Benevento, archiviazione per Mastella: «Riconosciuta la mia estraneità»

Il sindaco: «L’inquinamento riscontrato non è riconducibile alla mia gestione»

«Dopo circa 4 anni dal sequestro che ha colpito gli impianti di depurazione della provincia di Benevento, finalmente è stata accertata la mia totale estraneità a qualsiasi ipotesi di reato ambientale». E’ quanto afferma in una nota il sindaco di Benevento, Clemente Mastella, in relazione all’inchiesta della procura di Benevento sulla depurazione e l’inquinamento dei fiumi.

Pubblicità

«Sin dal mio insediamento come sindaco di Benevento – spiega il primo cittadino – mi sono attivato per la risoluzione della problematica esistente da anni e, anche grazie al mio contributo, sono stati reperiti i fondi necessari per la realizzazione dei tanto attesi depuratori».

«Il gip – prosegue – ha dunque accolto la richiesta di archiviazione del procedimento avanzata dal Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Benevento proprio perché, come sostenuto dai miei difensori, Alfonso Furgiuele e Fabio Carbonelli, non solo l’inquinamento riscontrato non è riconducibile alla mia gestione ma sono stato proprio io ad adottare tutti quei provvedimenti necessari per arginare e poi risolvere la problematica»

Pubblicità Federproprietà Napoli

Potrebbe interessarti anche:

Setaro

Altri servizi

Camorra, per Emanuele Libero Schiavone custodia cautelare in carcere

Il gip del tribunale di Napoli ha disposto la stessa misura anche per Francesco Reccia Armi dopo la sparatoria in strada a Casal di Principe,...

8 arresti nel Sannio: sgominata banda dedita ai furti

Otto persone sono state arrestate (per due sono stati disposti agli arresti domiciliari) al termine delle indagini della Procura di Benevento perché gravemente indiziate,...