Boscotrecase, 48enne ucciso a colpi d’arma da fuoco: si costituisce il presunto assassino

Si tratterebbe di un capomastro della ditta dove lavorava saltuariamente

Omicidio questo pomeriggio a Boscotrecase, in provincia di Napoli. Un uomo è stato ucciso a colpi d’arma da fuoco, intorno alle 15 in via Rio. A perdere la vita il 48enne Gaetano Ariosto, nato a Napoli. Residente nel quartiere napoletano di San Giovanni a Teduccio, era fratello di Pasquale Ariosto, considerato vicino al boss oggi in carcere Roberto Mazzarella e condannato in passato per l’omicidio di Luigi Mignano, avvenuto nell’aprile del 2019

Pubblicità

Sul luogo sono giunti il magistrato di turno e i carabinieri della compagnia di Torre Annunziata che hanno dato il via alle indagini per capire l’esatta dinamica di quanto è accaduto. Poi in serata il colpo di scena: si sarebbe costituito l’uomo che questo pomeriggio ha premuto il grilletto. Da quanto si apprende l’uomo, del quale non sono note le generalità, si sarebbe presentato presso la caserma dei carabinieri di Torre Annunziata che indagano sull’omicidio. Si tratterebbe di un capomastro della ditta dove lavorava saltuariamente Ariosto. Non ancora chiari i motivi che hanno indotto l’uomo a fare fuoco. (In aggiornamento)

Potrebbe interessarti anche:

Setaro

Altri servizi

Ancora liti tra extracomunitari a Napoli: due feriti. Fermato un 41enne

Un 44enne grave, ricoverato all'ospedale Pellegrini Liti tra extracomunitari: due feriti e un uomo fermato a Napoli. Sabato pomeriggio i carabinieri della compagnia Centro sono...

Anima, cuore e tatami: l’autobiografia di Maddaloni presentata alla Feltrinelli Express

Il volume edito da Roberto Nicolucci Editore «L’anima del campione», autobiografia del campione di judo Marco Maddaloni e pubblicata da Roberto Nicolucci editore, sarà presentata...