Federproprietà Napoli

Napoli, rapina e sequestro di persona: in manette 3 persone. Due sono carabinieri

Pubblicità

Il furto ai danni di quattro individui: bottino da 15 mila euro

Figurano anche due carabinieri tra le tre persone arrestate dalla Polizia e dai militari dell’Arma con l’accusa di essere gli autori di una rapina da 15mila euro, messa a segno il 21 gennaio 2019, ai danni di quattro individui appena usciti da un ufficio postale di Napoli.

Pubblicità Federproprietà Napoli

Le vittime vennero fermate da due uomini in abiti civili, ma muniti di una palina e una cartellina identiche a quelle in uso alle forze di Polizia, i quali, dopo essersi qualificati come appartenenti all’Arma dei Carabinieri, hanno fermato e controllato i quattro che avevano appena effettuato alcune operazioni postali rubando contante, di titoli e telefoni.

L’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal G.I.P. del Tribunale di Napoli su richiesta della Procura della Repubblica, è stata eseguita nei confronti dei due militari e di un terzo uomo ritenuti gravemente indiziati di rapina aggravata e sequestro di persona. A quest’ultimo è stato contestato anche il reato di estorsione in quanto si è appropriato del denaro di un suo conoscente ultrasessantacinquenne minacciandolo di ritorsioni se non avesse adempiuto alle sue richieste, millantando molteplici conoscenze nelle forze dell’ordine e negli enti previdenziali.

Potrebbe interessarti anche:

Pubblicità
Pastificio Setaro

Altri servizi

Dema, centrodestra incontra sindacati: no a chiusura, salvare lavoratori

Il tavolo convocato da Forza Italia, Lega e FdI: proprietà riveda piano riduzione organico «La crisi dell'azienda aerospaziale Dema si è trascinata per mesi in...

Qatargate, plenaria del Parlamento Europeo revoca immunità a Cozzolino e Tarabella

Nessuno dei due deputati si è opposto La plenaria del Parlamento Europeo ha votato oggi a Bruxelles in favore della rimozione dell’immunità degli eurodeputati Marc...

Ultime notizie

ilSud24

ilSud24.it si fonda su lettori come te
che leggono gratuitamente. Seguici sui social

Facebook