Federproprietà Napoli

Napoli, operata la piccola Nza: è in ottime condizioni cliniche

Pubblicità

Il dottor Oppido: «È ancora in terapia intensiva, ma è estubata e in condizioni emodinamiche stabili»

È in ottime condizioni cliniche Nza, la piccola paziente curda arrivata a Napoli venerdì scorso, e che è stata operata nella notte presso la unità operativa complessa di Cardiochirurgia pediatrica dell’ospedale Monaldi di Napoli, diretta dal dottor Guido Oppido.

Pubblicità Federproprietà Napoli

«Al momento – spiega Oppido – la piccola, di soli 9 mesi, è ancora in terapia intensiva, ma è estubata e in condizioni emodinamiche stabili. Se il quadro clinico evolverà positivamente, non si esclude un suo trasferimento in reparto, dove l’aspetta la mamma, nei prossimi giorni».

«Siamo vicini alla famiglia della piccola Nza e continueremo a garantire loro assistenza e supporto anche nella delicata fase del post-operatorio. Alla piccola, di cui seguiamo con attenzione la situazione clinica, e alla sua mamma e al suo papà va il nostro abbraccio» ha dichiarato il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca.

«Il merito della buona riuscita di questa missione è della rete che si è attivata per far sì che la piccola giungesse presso il nostro ospedale nel più breve tempo possibile. La sinergia tra Ospedale, Enti pubblici e religiosi e associazioni è stata fondamentale», ha dichiarato Maurizio di Mauro, direttore generale dell’Azienda Ospedaliera dei Colli.

Pubblicità

Potrebbe interessarti anche:

Pubblicità
Pastificio Setaro

Altri servizi

Cospito, Giorgia Meloni smonta la polemica: «Abbassiamo tutti i toni»

La premier: «Non ci sono i presupposti per le dimissioni» Giorgia Meloni interviene sulla vicenda relativa alla visita in carcere ad Alfredo Cospito da parte...

Anarchici, telefonata annuncia nuove azioni: «A Bologna un grave attentato»

Missiva contro la premier Meloni e il ministro Crosetto «A Bologna ci sarà un grave attentato, in relazione ai fatti di Cospito». E’ questo il...

Ultime notizie

ilSud24

ilSud24.it si fonda su lettori come te
che leggono gratuitamente. Seguici sui social

Facebook