Pensioni, Fratelli d’Italia: «Il ritorno alla legge Fornero non è concepibile»

I deputati Rizzetto e Bucalo: «Per la sinistra andare in pensione è un privilegio, per noi è un diritto»

«Prendiamo atto che ancora oggi il governo rispetto al mercato pensionistico non ha il coraggio di distanziare l’assistenza dalla previdenza e con il ministro Orlando preferisce non rispondere alle domande di Fratelli d’Italia». Lo affermano Walter Rizzetto e Ella Bucalo, deputati di Fratelli d’Italia nel corso del question time.

Pubblicità

«Quota 102 e quota 104 – continuano – non sono per FDI le soluzioni perché riguardano solo una platea marginale dei lavoratori. Le nostre proposte alla legge di Stabilità sono strutturali: quota 41 per gli operai metalmeccanici ad esempio ma non solo, una flessibilità che tagli l’assegno pensionistico mensile del 3,4,5% al massimo e non del 30% come vuole il governo, un provvedimento di garanzia per chi non riesce a pagare regolarmente i contributi previdenziali».

«Per la sinistra andare in pensione è un privilegio, per noi è un diritto. Il ritorno alla legge Fornero non è concepibile e troverà almeno in Fratelli d’Italia una barricata di fronte a tutto questo» concludono i deputati.

Pubblicità Federproprietà Napoli

Potrebbe interessarti anche:

Setaro

Altri servizi

La tessera del PD con gli occhi di Berlinguer

Rivela un reducismo che impedisce alla sinistra una dimensione razionale e riformista, identificandosi con un antifascismo di maniera Il PD in questi giorni sta portando...

Botte e spari dopo i battesimi, scene da far west ad Afragola: 5 feriti

Rissa a colpi di mazze da baseball e poi la sparatoria ad Afragola Mazzate e spari, scene da far west nel pieno centro di Afragola,...