Federproprietà Napoli

Campania, pressioni su manager della Sanità: condannato Enrico Coscioni

Pubblicità

Il sostituto procuratore generale aveva chiesto una condanna a 4 anni

La Corte di Appello di Napoli (seconda sezione, presidente Grassi) ha condannato Enrico Coscioni, ex consigliere per la Sanità del presidente della Regione Campania, a due anni di reclusione (pena sospesa) per violenza privata tentata e continuata, aggravata dall’abuso di potere.

Pubblicità Federproprietà Napoli

Il sostituto procuratore generale Maria Di Addea aveva chiesto una condanna a 4 anni nei confronti di Coscioni, per tentata concussione e, in subordine, la riqualificazione del reato in tentata violenza privata che è stato riconosciuto sussistente dai giudici di secondo grado.

Coscioni venne coinvolto in un’indagine della Procura di Napoli che puntava a fare luce su presunte pressioni esercitate nei confronti di tre manager della sanità campana per indurli a dimettersi. In primo grado venne assolto, con la formula «il fatto non sussiste», dal collegio C della IV sezione penale del Tribunale di Napoli, con un verdetto emesso nel dicembre 2018. La Procura, però, impugnò la sentenza e presentò ricorso in appello.

Potrebbe interessarti anche:

Pubblicità
Pastificio Setaro

Altri servizi

Aggredisce con forbici addetto supermercato: in manette

Agenti di polizia hanno fermato un 25enne per tentato omicidio Ieri gli agenti del commissariato Poggioreale e dell’Ufficio Prevenzione Generale, durante il servizio di controllo...

Nappi: «Oggi siamo al 30% di spesa dei fondi europei, quando ero assessore al 110. Ripartiamo da qui»

Severino Nappi, docente universitario, già assessore regionale al lavoro della giunta di centrodestra guidata da Stefano Caldoro e consigliere regionale della Campania uscente eletto...

Ultime notizie

ilSud24

ilSud24.it si fonda su lettori come te
che leggono gratuitamente. Seguici sui social

Facebook