Federproprietà Napoli

Vaccini ai bambini, Vaia: «Troppo presto per parlarne. Non ci sono indicazioni univoche»

Pubblicità

Il direttore dello Spallanzani: «Dobbiamo evitare di rincorrere i comunicati stampa delle aziende. Il buon senso dice: aspettiamo sospendiamo, vediamo»

Nei giorni scorsi le aziende Pfizer e BioNTech hanno comunicato che gli studi clinici per la somministrazione del vaccino anti covid-19 è «sicuro, ben tollerato» e ha prodotto una risposta immunitaria «robusta» nei bambini di età compresa tra i cinque e gli 11 anni. Tanto è bastato per scatenare una ridda di polemiche tra politici, addetti ai lavori e cittadini. Molti si sono detti contrari a vaccinare i propri figli piccoli.

Pubblicità Federproprietà Napoli

Francesco Vaia, direttore dell’Istituto Spallanzani, ha provato a spegnere le polemiche. «È ancora troppo presto» ha affermato su Rai Radio1.

«Non ci sono indicazioni univoche della comunità scientifica – ha aggiunto – per vaccinare questa popolazione così sensibile. Dobbiamo evitare di rincorrere i comunicati stampa delle aziende. Il buon senso dice: aspettiamo sospendiamo, vediamo».

«Se le autorità regolatorie internazionali e nazionali lo approveranno e si prenderanno la responsabilità, allora sì. Sono un fortissimo sostenitore del vaccino ma non è una pozione magica. Dobbiamo lavorare come società per risolvere a monte i problemi del contagio» ha concluso.

Pubblicità

Potrebbe interessarti anche:

Pubblicità
Pastificio Setaro

Altri servizi

Superbonus 110%, l’allarme: «Rischia di diventare un boomerang senza semplificazioni»

«Il Superbonus 110%, nato per rilanciare l’economia del nostro Paese a partire dal settore dell’edilizia, rischia di diventare un clamoroso boomerang se non si...

Il PD sospende oltre 2500 tessere sospette ad Avellino

Circa 1.300 tessere sono state richieste tramite l’utilizzo di carte di credito prepagate emesse dalla stessa emittente In seguito al riscontro di una serie di...

Ultime notizie

ilSud24

ilSud24.it si fonda su lettori come te
che leggono gratuitamente. Seguici sui social

Facebook

Twitter