Amministrative, Manfredi: «Pari dignità tra Napoli, Roma e Milano. Dobbiamo pretendere sostegno»

Per l’ex ministro bisognerà ricostruire una «straordinaria normalità» con l’aiuto dei cittadini

Napoli straordinaria per la sua bellezza ma anche per le sue mille difficoltà che ne rendono difficoltosa la gestione quotidiana. Lo ha confermato anche il candidato del centrosinistra a sindaco di Napoli Gaetano Manfredi. Da rettore della Federico II «è stato più facile far venire a Napoli la Apple che gestire la quotidianità di bagni puliti e viali alberati. Dovremo ricostruire la normalità, l’ordine, anzi, una straordinaria normalità» ha detto intervendo a Radio Marte alla trasmissione ‘La radiazza’.

Pubblicità

Per ricostruire la straordinaria normalità però, secondo Manfredi, non basta il lavoro di Palazzo San Giacomo ma c’è anche bisogno del rispetto «delle regole da parte dei cittadini. Una persona da sola non risolve i problemi di tutti ma la straordinaria normalità in città va dai tunnel aperti ai camion dei rifiuti che non si possono vedere in giro alle dieci del mattino».

Tante le problematiche da risolvere una volta eletto primo cittadino. Ma per raggiungere l’obiettivo elettorale però c’è bisogno di un grande confronto con partiti ma anche con le associazioni del territorio che rappresentano «una grande forza della città, ci sono persone che hanno voglia di fare e li riuniremo nell’iniziativa ‘Cantiere per il futuro’ mettendo insieme persone e proposte della città per costruire una visione condivisa del futuro. Io non credo a un uomo solo al comando, serve collaborazione non solo in campagna elettorale ma nel governo della città poi»

Pubblicità Federproprietà Napoli

Da destra a sinistra si discute di candidati ‘civici’ o politici. Manfredi si definisce un candidato civico ma spiega che serve anche «una relazione con la politica, perché altrimenti non ci sono risorse e non ci sono rappresentanze a Roma». Il candidato sindaco del centrosinistra rivendica pari dignità tra Napoli, Roma e Milano. La città partenopea «non ha avuto risorse, investimenti, aiuti, tutte le città sono state sostenute finanziariamente e hanno superato problemi con il contributo dello Stato. Dobbiamo pretendere sostegno».

Potrebbe interessarti anche:

Setaro

Altri servizi

Decreto «salva-casa»: via libera dal Consiglio dei Ministri

Cresce la tolleranza nei confronti delle difformità edilizie considerate di lieve entità Via libera in Consiglio dei ministri al cosiddetto decreto salva-casa. Cresce la tolleranza...

Giovane medico investito e ucciso, la rabbia della madre: «Condanna bassa per l’assassino»

L’impatto mortale mentre la vittima stava tornando a casa Una condanna «deludente» quella a 4 anni di carcere inflitta dal tribunale di Napoli Nord ad...