Federproprietà Napoli

Marcianise, chiude Hollister: a rischio 26 posti di lavoro. Montemurro (Uiltucs): «Ennesima sconfitta per il nostro territorio»

Pubblicità

Hollister, negozio americano sito nel centro Campania di Marcianise, ha annunciato che il 29 maggio chiuderà e pertanto, quando la norma lo permetterà, vi saranno ben 26 licenziamenti.

Pubblicità Federproprietà Napoli

L’azienda ha anche comunicato chiusura in Sicilia e la chiusura degli store di Roma sancendo di fatto l’abbandono totale del Sud Italia mentre al Nord stanno ricollocando diversi store e mantenendo la forza lavoro.

La Uiltucs, che segue queste 26 famiglie che rischiano il posto di lavoro, chiede risposte all’azienda statunitense e ha organizzato una giornata di sciopero e sit-in al Centro Campania lunedì 17 maggio alle 10:30.

«Questa è l’ennesima sconfitta per il  nostro territorio – dichiara Emanuele Montemurro della Uiltucs – abbandonato a se stesso da una multinazionale americana che mette per strada 26 famiglie del nostro territorio, mentre in altre realtà ricolloca i lavoratori. Chiediamo che vengano salvaguardati tutti i posti di lavoro anche perché fino ad oggi si sono usati gli ammortizzatori sociali con i soldi della collettività. Seguiremo con attenzione la vicenda e aspettiamo risposte concrete dall’azienda. Lunedì saremo al Centro Campania per un sit-in di protesta all’esterno dello store».

Pubblicità

Potrebbe interessarti anche:

Pubblicità
Pastificio Setaro

Altri servizi

Autismo, Gemma (M5S): «Serve un approccio olistico»

L'europarlamentare: «Garantire che le persone autistiche possano vivere una vita soddisfacente» «Oggi ricorre la Giornata della consapevolezza sull’Autismo. Per celebrarla al meglio ho deciso di...

Obbligo green pass, per Confesercenti l’avvio è stato un vero disastro

Penalizzati i locali al chiuso, nel dubbio molti avventori preferiscono consumare all'aperto Per Fiepet Confesercenti l'avvio dell'obbligo di green pass per accedere in bar e...

Ultime notizie

ilSud24

ilSud24.it si fonda su lettori come te
che leggono gratuitamente. Seguici sui social

Facebook