Federproprietà Napoli

Migranti, sbarcate oltre 2.100 persone in 48 ore a Lampedusa: hotspot al collasso. Insorge il Centrodestra

Pubblicità

Lampedusa nuovamente sotto la pressione degli sbarchi di migranti e l’hotspot dell’isola è di nuovo al collasso: oltre 2.100 le persone nella struttura a fronte di una capienza di 250 posti. Una situazione che diventa sempre più incandescente con l’avanzare della bella stagione. Questa notte sono arrivati 635 migranti divisi su quattro barconi.

Pubblicità Io sono Giorgia

Dopo i quasi 1.500 arrivati ieri, intorno alle 23 un barcone con 352 persone a bordo è stato intercettato a 9 miglia dall’isola, poco dopo un secondo arrivo con 87 uomini e a seguire un altro con 101 migranti, fra cui 10 donne e 3 bambini. Intorno all’una un nuovo intervento.

Gli uomini della Capitaneria di porto hanno intercettato a circa 8 miglia a sud dell’isola un altro barcone con 95 persone a bordo, tra cui 3 donne e 5 minori, tutti di nazionalità subsahariana.

Circa 200 migranti hanno lasciato  l’isola a bordo del traghetto di linea Gnv Allegra diretto a Porto Empedocle, per poi essere trasferiti in centri del Ragusano. Su nave Splendid, invece, è iniziato l’imbarco di 312 persone e si attende l’approdo della nave Azzurra con 600 posti disponibili per poter continuare a svuotare la struttura di contrada Imbriacola.

Pubblicità

Una situazione che, immancabilmente, ha scatenato le proteste del Centrodestra e le richieste d’intervento. «La continuità nella fallimentare gestione degli immigrati dal governo Conte al governo Draghi è preoccupante» ha affermato la deputata siciliana di Fratelli d’Italia Carolina Varchi, capogruppo in commissione Giustizia alla Camera dei Deputati.

«L’Italia – continua – viene invasa da migliaia di irregolari che portano guadagno unicamente a chi vuole lucrare sul commercio di essere umani e sulle tragedie. L’isola è al collasso e, complice il bel tempo, la situazione non potrà che peggiorare. Sono urgenti misure rigide come il blocco navale, chiesto da sempre da Fratelli d’Italia. Mentre numerose attività sono chiuse e gli italiani subiscono il coprifuoco, migliaia di immigrati sono liberi di girare liberamente per il nostro territorio con tutti i pericoli sanitari che ne derivano».

Leggi anche:  Consumi giù, famiglie in difficoltà. La crisi da Covid pesa ancora sulle tasche degli italiani

Blocco navale chiesto anche da Giorgia Meloni che chiede «una missione militare europea, fatta in accordo con le autorità del Nord Africa, per impedire ai barconi di partire in direzione dell’Italia. È l’unica misura seria per contrastare il business dell’immigrazione clandestina e fermare una volta per tutte le morti in mare. Ma capisco sia un discorso troppo difficile da comprendere per i paladini dell’accoglienza a tutti i costi».

Leggi anche:  Amministrative, le colpe della politica: non più solida, ma liquida e gassosa

Chiede un incontro con il premier Draghi, invece, Matteo Salvini. «Con milioni di italiani in difficoltà – afferma – non possiamo pensare a migliaia di clandestini (già 12.000 sbarcati da inizio anno, quasi 1.000 solo stamattina)».

Azioni concrete chiede il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci. «Non è con le sole buone volontà che si risolve il dramma umano dei migranti nel Mediterraneo» ha affermato. «Tutti sanno che nelle prossime settimane moriranno altri innocenti (quasi sempre donne e bambini) nel loro disperato viaggio verso le coste siciliane, ma nessuno muove un dito, né a Roma, né a Bruxelles».

«A gestire questa infinita tragedia hanno lasciato la Sicilia, Lampedusa in testa, con i nostri sanitari, i nostri volontari ed i pochi uomini in divisa. Ho chiesto di incontrare il ministro dell’Interno per rinnovare, con il sindaco dell’isola, il nostro appello. Roma – conclude – punti i piedi con l’Unione europea e pretenda subito un accordo con i Paesi del NordAfrica e la solidarietà dei Paesi dell’Ue più volte invocata dal Pontefice: tutto il resto è vergognosa ipocrisia».

Pubblicità
Pastificio Setaro

Altri servizi

Un anno di ‘ilSud24’ | Ferro (FdI): «Un simbolo della vitalità del Mezzogiorno che ha la capacità e la voglia di eccellere»

Il 10 marzo 2020 prendeva il via l'avventura de ilSud24, un sito d'informazione dedicato al Mezzogiorno d'Italia. Spunti di riflessione con l'obiettivo di rilanciare...

Governo e maggioranza sotto pressione tra Recovery plan, coprifuoco e mozione di sfiducia a Speranza

Da un lato il via libera del Parlamento al Recovery Plan, e dall’altro il ritorno della zona gialla (si fa per dire) con le...

Ultime notizie

ilSud24

Il nostro sito si fonda su lettori come te che leggono gratuitamente.
Sostienici con un like su Facebook alla pagina ufficiale