Amministrative, Caldoro: «Centrosinistra armata brancaleone. Centrodestra con grandi obiettivi per Napoli»

«Ci sono due visioni molto diverse per le prossime amministrative: un armata brancaleone da una parte ed una coalizione con un programma serio dall’altra». Così a Tele Vomero Stefano Caldoro, capo della opposizione di centrodestra in Consiglio regionale della Campania.

Pubblicità

«L’armata brancaleone – dice – è quella del centrosinistra con i Cinquestelle, senza chiarezza sull’accordo e sul compromesso che faranno. Discutono in stanze chiuse, senza trasparenza e con ventiquattro liste che nascono per eleggere un consigliere e minacciare il giorno dopo il sindaco. Non è civismo, sono accordi di potere».

«Il centrodestra – aggiunge Caldoro – è invece coerente, più lineare e sta maturando il desiderio di costruire una squadra vincente. Il centrodestra ha un suo programma fatto di priorità per Napoli e grandi obiettivi, intorno a Maresca e agli altri candidati si potrà costuire il progetto».

Pubblicità Federproprietà Napoli

Sulla legge speciale per Napoli sottolinea «sui bilanci serve una strategia per i grandi centri, da Roma Capitale a Milano, da Napoli a Torino, da Bari a Palermo. Non servono solo risorse ma strumenti adeguati. Il sindaco da questo punto di vista deve avere più poteri».

Sollecitato su Manfredi conclude «Non c’è preoccupazione sui nomi del centrosinistra, c’è un problema di valutazione politica sulla coalizione che è uno squallido scandalo politico fatto solo di liste di interessi cosa poca nobile per la politica. Manfredi è una persona di qualità, ho collaborato con lui quando ero Presidente e lui Rettore, insieme abbiamo fatto cose importanti e non ho nulla da criticare alla persona».

Setaro

Altri servizi

Caccia al covo del boss Matteo Messina Denaro: una chiave porta a Mazara

Forze dell'ordine a lavoro in un complesso residenziale Sono in corso perquisizioni, disposte della Dda di Palermo, in un complesso residenziale di Mazara del Vallo...

I «noisti» dell’Autonomia sbagliano anche i quesiti referendari presentati alla Cassazione

Blaterano che spacca il Paese, ma grazie a loro, l’Italia è già divisa. Salari al Sud inferiori del 28% Altro che referendum (per cui i...