Federproprietà Napoli

Pompei, la morte di Grazia Severino: avanza l’ipotesi del suicidio

Pubblicità

C’è ancora sgomento e incredulità nel Napoletano per quanto accaduto alla giovane Grazia Severino, la ragazza di Pompei deceduta ieri durante il trasporto all’ospedale di Castellammare di Stabia. Troppo gravi le ferite, i medici hanno riscontrato lesioni superficiali, caviglie fratturate, tagli all’addome e varie lividure.

Pubblicità Federproprietà Napoli

Sul caso stanno indagando i carabinieri della compagnia di Torre Annunziata e sta prendendo sempre più corpo l’ipotesi che si possa essere trattato di un suicidio e non di una violenza sessuale come ipotizzato in un primo momento.

I militari stanno tentando di capire perché la giovane donna fosse in quel palazzo di via Carlo Alberto visto che non abitava lì e perché i suoi effetti personali  fossero al quarto piano dello stabile, accanto a un finestrone rinvenuto aperto. Circostanza che avvalora l’ipotesi che la 24enne abbia deciso di farla finita lanciandosi da quella finestra per poi rovinare a terra davanti al box auto dove è stata rinvenuta.

Con il passare del tempo è emerso che Grazia era in cura da uno psichiatra da due anni, ma rifiutava di prendere le medicine. Inoltre sembra che prima del suicidio avesse acquistato un paio di forbici (poi rivenute nella borsetta) con cui si sarebbe procurata i tagli all’addome in un gesto di autolesionismo.

Pubblicità

I carabinieri hanno già ascoltato diversi testimoni e i genitori della 24enne che oggi avrebbe festeggiato il suo compleanno. Le indagini continuano per dipanare la matassa e per capire cosa sia accaduto con certezza bisognerà attendere il verdetto dell’autopsia.

Potrebbe interessarti anche:

Pubblicità
Pastificio Setaro

Altri servizi

Conte attacca Renzi e cancella il Conte Ter. Il premier si prepara ad andare al voto?

Quando tutto sembrava che stesse per scivolare verso il Conte Ter, ecco che la crisi di governo subisce una virata improvvisa allontanandosi da un...

Una sfida per il futuro sindaco di Napoli: migliorare le partecipate, con la “partecipazione” dei lavoratori

Per garantire servizi di qualità ai cittadini insieme a coesione ed inclusione sociale, occorre rimettere in equilibrio i conti Nel dibattito politico che si è...

Ultime notizie

ilSud24

Il nostro sito si fonda su lettori come te che leggono gratuitamente.
Sostienici con un like su Facebook alla pagina ufficiale