Federproprietà Napoli

Avellino, 53enne si oppone alla relazione: ucciso a coltellate. Figlia e fidanzato confessano: volevano sterminare la famiglia

Pubblicità

Un piano premeditato per uccidere padre, madre e sorella, compiuto però solo in parte. In questo scenario ieri sera ha perso la vita Aldo Gioia, 53enne dipendente della Fca di Pratola Serra, nella sua abitazione di Avellino. Aldo è stato ucciso a coltellate perché si opponeva alla relazione di sua figlia, appena 18enne, con un ragazzo di 23 anni che lui non vedeva di buon occhio perché pregiudicato e assuntore di droga.

Pubblicità Federproprietà Napoli

Il piano per sterminare la famiglia ha avuto il via ieri sera quando la 18enne ha varcato l’uscio della porta per andare a buttare la spazzatura. Ed è in quell’istante che ha fatto entrare in casa il fidanzato 23enne. Uno dei due si è avventato sul 53enne che stava dormendo e lo pugnalava ben 7 volte lasciandolo agonizzante. Nel frattempo l’altra figlia e la madre, che erano in un’altra stanza hanno sentito cosa stava accadendo, hanno chiamato il 113 e bloccato il piano della coppia che è scappato.

Aldo Gioia è stato trasportato in ospedale, dove però è arrivato già  morto per le ferite riportate. La 18enne e il 23enne si sono rifugiati a casa del ragazzo. Una ricostruzione, meticolosa, fatta dagli inquirenti anche grazie ai messaggi rinvenuti sui telefonini dei giovani.

Le indagini avviate dalla Squadra Mobile della Questura di Avellino e coordinate dalla Procura irpina si sono subito concentrate sulla figlia, non presente nell’abitazione all’arrivo degli agenti, e sul fidanzato di quest’ultima paese. I poliziotti si sono recati nell’abitazione del ragazzo a Cervinara, trovando sia lui che la figlia 18enne della vittima.

Pubblicità
Leggi anche:  In panne con l'auto sulla Salerno-Reggio: 33enne di Pompei travolto e ucciso mentre attaversa la corsia

Entrambi sono stati sottoposti a fermo per omicidio volontario. Nel corso dell’interrogatorio hanno riferito che il loro piano avrebbe dovuto concludersi con la  fuga e l’uccisione anche della madre e della sorella della giovane.

Pubblicità
Pastificio Setaro

Altri servizi

Fisco, De Lise (commercialisti): «Sì alla riforma ma senza improvvisare»

«Una riforma fiscale non si può improvvisare; è importante lavorarci a lungo e con molta attenzione, sia per l’impatto sui cittadini che per le...

Un anno di ‘ilSud24’ | Rauti (FdI): «Il modo giusto di affrontare i problemi del Sud»

Il 10 marzo 2020 prendeva il via l'avventura de ilSud24, un sito d'informazione dedicato al Mezzogiorno d'Italia. Spunti di riflessione con l'obiettivo di rilanciare...

Ultime notizie

ilSud24

Il nostro sito si fonda su lettori come te che leggono gratuitamente.
Sostienici con un like su Facebook alla pagina ufficiale