Federproprietà Napoli

Campania, Nonno (FdI): «TPL, delibera di Giunta per azienda unica regionale tiene centinaia di lavoratori CLP fuori»

Pubblicità

«La delibera di Giunta con la quale la regione Campania, per tramite della fusione di EAV e AIR, darebbe vita ad una holding unica che si occuperà di trasporto pubblico locale su ferro e gomma sul territorio regionale inglobando anche le aziende Buonotourist e CLP, tiene fuori centinaia di lavoratori della CLP, azienda che conta più di 450 unità e che si occupa di TPL nell’intera provincia di Caserta, con linee che adducono anche nel napoletano. Questa la preoccupazione riportatami personalmente da decine di lavoratori della azienda».

Pubblicità Federproprietà Napoli

Lo dichiara in una nota Marco Nonno, consigliere regionale della Campania di Fratelli d’Italia.

«Inammissibile – sottolinea – pensare di lasciare così tante persone a casa, visto che è stata la stessa Giunta Regionale della Campania ad indicare alla Prefettura la data del 31 agosto 2021 come termine ultimo utile per avviare il procedimento di assegnazione della CLP».

«In così pochi mesi e con il rischio di lasciare per strada tante famiglie mi appare una operazione sciagurata su cui chiederò conto e spiegazioni in commissione trasporti. La tutela di ogni singolo posto di lavoro deve essere un parametro imprescindibile ed insindacabile».

Pubblicità

Potrebbe interessarti anche:

Pubblicità
Pastificio Setaro

Altri servizi

‘Ndrangheta, maxi blitz in tutta Italia: 48 arresti. Coinvolto Lorenzo Cesa: «Estraneo, ma mi dimetto da segretario»

Una maxi operazione contro la 'ndrangheta si è svolta questa mattina su tutto il territorio nazionale coordinata dalla Procura Distrettuale di Catanzaro, denominata "Basso...

Sfuggì al blitz contro il clan della «99»: rintracciato in riva al mare

Tradito dall'amore per la compagna incinta Casa in riva al mare, sulla spiaggia di Lago Patria. Fittata con discrezione per rimanere lontana dai riflettori. A...

Ultime notizie

ilSud24

ilSud24.it si fonda su lettori come te
che leggono gratuitamente. Seguici sui social

Facebook