Federproprietà Napoli

Conte firma nella notte il nuovo Dpcm. Rimane la chiusura alle 18 della ristorazione

Pubblicità
Pubblicità

Non oggi ma già ieri, e precisamente nella notte, il premier Giuseppe Conte avrebbe firmato il nuovo Dpcm con le misure restrittive anti-Covid. A confermarlo fonti di Palazzo Chigi. Dunque chi pensava a una domenica vissuta sul filo delle riunioni e delle immancabili polemiche dovrà rimanere deluso, farà meglio a seguire il Campionato di Calcio.

Per quanto riguarda le misure contenute all’interno del nuovo proevvedimento prevista la chiusura alle ore 18 di tutti i ristoranti, bar e gelaterie ma consentita l’apertura domenicale che in un primo tempo il governo aveva escluso. Naturalmente sempre consentita «la ristorazione con consegna a domicilio nel rispetto delle norme igienico-sanitarie sia per l’attività di confezionamento che di trasporto, nonchè fino alle ore 24 la ristorazione con asporto, con divieto di consumazione sul posto o nelle adiacenze».

Resta la chiusura di palestre e piscine. Invece, la didattica a distanza alle superiori potrà arrivare, secondo quanto prevede il nuovo Dpcm, anche al 100 per cento, ma saranno i presidi a decidere la quota di Dad. Infine, sullo smart working il Dpcm dispone che è «fortemente raccomandato l’utilizzo della modalità di lavoro agile da parte dei datori privati»

Conte non va incontro alle richiesta delle Regioni. Il Dpcm sarà valido fino al 24 novembre

E sarà da verificare anche l’atteggiamento delle stesse Regioni che avevano chiesto l’orario di chiusura per i ristoranti alle ore 23.00, con il solo servizio al tavolo; per i bar, invece, alle ore 20.00 ad eccezione degli esercizi che possono garantire il servizio al tavolo. Eliminando per tutti l’obbligo di chiusura domenicale. Mentre sulla didattica a distanza la possibilità di ricorrere fino al 100 per cento. Conferenza Stato Regioni che aveva inviato al premier Conte una lettera con dettagliate richieste.

Pubblicità

Oltre al nuovo Dpcm, che dovrebbe rimanere in vigore fino al 24 novembre, il governo starebbe anche accelerando sulle misure di ristoro da 1,5-2 miliardi per le categorie messe più in difficoltà dalle misure. Questa un’esplicita richiesta delle opposizioni che, se da un lato continuano a lamentare l’assenza di alcun coinvolgimento, nell’incontro fugace di ieri aveva posto con forza al premier Conte la questione degli aiuti economici.

Ora non resta che da sapere quando il premier terrà la sua conferenza stampa. E naturalmente anche quando in settimana ci sarà il passaggio in Parlamento, appuntamento che non dovrebbe essere secondario al primo. Ma ormai questo governo e questo premier ci hanno abituato ad altro senso delle Istituzioni.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

Pubblicità

Altri servizi

dl Rilancio, via libera all’aumento delle pensioni d’invalità. FdI esulta: «Vittoria di civiltà»

Non ci saranno più pensioni d'invalidità al 100% da 285 euro al mese. Lo ha stabilito la commissione Bilancio della Camera che ha approvato...

Regionali, M. Esposito (Lega): «La magistratura faccia luce sull’inchiesta Covid Center»

Maurizio Esposito, medico, già consigliere provinciale di Napoli, candidato al consiglio Regionale nella lista della Lega, in un suo comunicato, esprime l’auspicio che la...

Gli articoli più letti

Paolo Anania De Luca: «Il patriota-scienziato che onorò l’Irpinia» e il Sud

Una leggera brezza rendeva la nostra mattinata di lavoro meno pesante del solito. Le temperature estive infatti, sono sempre le più ardue da sopportare...

Coronavirus, atterrato a Fiumicino il volo dalla Cina con medici e forniture sanitarie

E' atterrato ieri, in tarda serata, il volo dalla Cina che ha portato in Italia medici, aiuti e forniture mediche contro il Coronavirus. «Quasi...

Camera e Senato online per evitare il Coronavirus? No, il Parlamento non è il televoto

E’ emergenza lavori parlamentari Lo abbiamo scritto proprio su questo giornale, al di là dell’emergenza sanitaria da Coronavirus e di quella economica, a cui il...

ilSud24

Il nostro sito si fonda su lettori come te che leggono gratuitamente.
Sostienici con un like su Facebook