Federproprietà Napoli

Napoli, traffico internazionale e spaccio di droga: 14 misure cautelari | Video

Pubblicità

Traffico internazionale e spaccio di stupefacenti. Sono le accuse, a vario titolo, che questa mattina hanno portato all’esecuzione un’ordinanza di custodia cautelare a carico di 14 persone, da parte della squadra mobile di Napoli e di Caserta. Il provvedimento, emesso dal gip del Tribunale di Napoli su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia che ha coordinato le indagini, ha anche portato al sequestro di diversi beni immobili, autovetture, motoveicoli, conti correnti e quote societarie.

Pubblicità Federproprietà Napoli

Le attività di indagine, iniziate nel giugno 2018 in seguito all’incendio del bar ‘The Shabby Cafè’ di via Toledo a Napoli, hanno consentito di individuare un consolidato traffico di cocaina dai Paesi Bassi facente capo a un noto clan di camorra. In particolare, nell’aprile 2019, i poliziotti hanno arrestato uno dei corrieri al rientro da un viaggio dall’Olanda, trovandolo in possesso di circa 7 kg di cocaina, ed hanno fermato altri due corrieri a cui hanno sequestrato oltre 500mila euro destinati all’acquisto della droga.

Un ulteriore riscontro è stato acquisito con il sequestro di persona a scopo di estorsione nei confronti del cognato di uno dei corrieri a causa di un debito di 350mila euro per l’acquisto all’estero di droga.

Pubblicità

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

Pubblicità
Pastificio Setaro

Altri servizi

Morte di Martina Rossi, i due imputati condannati a 3 anni di reclusione. Il padre della ragazza: «Il sole è andato anche ai giusti»

Alessandro Albertoni e Luca Vanneschi condannati a tre anni per tentata violenza sessuale di gruppo nel processo bis presso la Corte d'Appello di Firenze...

Napoli, il ministro Carfagna: «Collaborazione di tutti per far ripartire la bonifica di Bagnoli»

Il ministro per il Sud Mara Carfagna chiede la collaborazione di tutte le istituzioni per dare nuovo slancio alle opere di bonifica di Bagnoli...

Ultime notizie

ilSud24

ilSud24.it si fonda su lettori come te
che leggono gratuitamente. Seguici sui social

Facebook