Federproprietà Napoli

Mondragone, prorogata la zona rossa per l’area dei palazzi ‘ex Cirio’

Zona rossa per l’area dei palazzi ‘ex Cirio’ a Mondragone (Caserta), la Regione Campania proroga il provvedimento. La decisione è stata resa nota dall’Unità di Crisi Regionale per la realizzazione di misure per la prevenzione e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19.

«Alla scadenza di oggi della precedente ordinanza, tutte le misure di prevenzione e contenimento di possibile contagio nell’area delimitata degli ex palazzi Cirio di Mondragone, saranno prorogate ulteriormente, fino al 7 luglio prossimo» fa sapere l’Unità di Crisi regionale. La decisione alla luce dei nuovi casi di contagio scoperti nei giorni scorsi.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

Pubblicità

Altri servizi

Andrea Cozzolino (Pd): «Pronti 100 miliardi di euro nella cooperazione Ue-Africa»

«C’è la necessità di riavviare, su basi nuove, la cooperazione tra Europa e Africa. Tuttavia ci troviamo ancora nel pieno dell’emergenza Covid. Se il...

Bandiere Blu, dodici nuovi ingressi: 7 sono al Sud. La Campania è terza con 19 località

Bandiere Blu, aumentano i comuni marinari e lacustri con le acque più pulite e il maggior rispetto dell'ambiente a cui è stato assegnato il...

Gli articoli più letti

Paolo Anania De Luca: «Il patriota-scienziato che onorò l’Irpinia» e il Sud

Una leggera brezza rendeva la nostra mattinata di lavoro meno pesante del solito. Le temperature estive infatti, sono sempre le più ardue da sopportare...

Coronavirus, atterrato a Fiumicino il volo dalla Cina con medici e forniture sanitarie

E' atterrato ieri, in tarda serata, il volo dalla Cina che ha portato in Italia medici, aiuti e forniture mediche contro il Coronavirus. «Quasi...

Camera e Senato online per evitare il Coronavirus? No, il Parlamento non è il televoto

E’ emergenza lavori parlamentari Lo abbiamo scritto proprio su questo giornale, al di là dell’emergenza sanitaria da Coronavirus e di quella economica, a cui il...

ilSud24

Il nostro sito si fonda su lettori come te che leggono gratuitamente.
Sostienici con un like su Facebook