Federproprietà Napoli

Ue, Fidanza (FdI): «Da sinistre delirio ideologico e razzismo al contrario»

Pubblicità

«Leggiamo proclami indignati di vari esponenti della maggioranza che accusano Fratelli d’Italia di non aver condannato il razzismo e l’uccisione di George Floyd. Se c’è qualcosa che davvero dovrebbe indignare è avere una sinistra che pensa questo delle opposizioni, che peraltro non hanno mancato di dichiarare la propria condanna alla vicenda Floyd». Lo dichiara in una nota il capodelegazione di Fratelli d’Italia al Parlamento Europeo, Carlo Fidanza, rispondendo alle critiche per il voto negativo di FdI alla risoluzione sull’omicidio Floyd e le proteste anti-razziste.

Pubblicità Federproprietà Napoli

«Ma peggio – continua Fidanza – di questo c’è mentire agli italiani, nascondendo loro che il testo votato contiene un vero e proprio delirio ideologico: inaccettabili criminalizzazioni della polizia, attacchi sgangherati all’amministrazione Trump, l’invito a prevedere quote dedicate alle persone di colore in vari ambiti della società, la revisione della nostra storia all’insegna del senso di colpa anti-occidentale». «E nessuna vera condanna delle devastazioni, dei saccheggi e delle violenze di questi giorni, contro persone inermi e contro i monumenti della nostra storia. Questo è razzismo al contrario e le quattro sinistre al governo che lo sposano sono pericolose per gli italiani» sottolinea Fidanza.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

Pubblicità
Pastificio Setaro

Altri servizi

È tempo di scorpacciate di ciliegie… ma con il giusto equilibrio

Le ciliegie: famiglia delle Rosacee Le cèrase, in volgare, o ciliegie, sono un frutto tipico di questa bella stagione. Molto atteso e desiderato perché tra...

Migranti, nuova rivolta nel centro d’accoglienza ‘Villa Sikania’ a Siculiana. In tre provano a fuggire

Non si placano gli animi nel centro d'accoglienza di Villa Sikania, in provincia di Agrigento, dove alcuni migranti hanno dato vita ad una nuova...

Ultime notizie

ilSud24

ilSud24.it si fonda su lettori come te
che leggono gratuitamente. Seguici sui social

Facebook

Twitter