Federproprietà Napoli

Media spagnoli: «Maduro finanziò il M5S. 3,5 milioni in una valigetta diplomatica destinata a Casaleggio»

Pubblicità

«Nicolás Maduro ha dato la sua autorizzazione, nel 2010, a inviare una valigia contenente 3,5 milioni di euro al consolato venezuelano a Milano per finanziare in nero il M5S, un partito nato nell’ottobre 2009 in Italia e che ora governa nel paese transalpino. E’ quanto si legge nei documenti classificati come segreti della direzione generale dell’intelligence militare del paese caraibico a cui ABC ha avuto accesso». Lo scrive il quotidiano spagnolo Abc che questa mattina in prima pagina ha lanciato la notizia secondo cui il partito fondato da Beppe Grillo avrebbe ricevuto fondi in nero dal paese all’epoca governato da Chavez.

M5S, Abc: «Console a Milano fungeva da intermediario»

Pubblicità Federproprietà Napoli

«Il console della sede diplomatica venezuelana a Milano, Gian Carlo di Martino, fungeva da intermediario prima che il destinatario finale, Gianroberto Casaleggio, ricevesse il denaro in contanti. Il documento indica Casaleggio come «promotore di un movimento rivoluzionario di sinistra e anticapitalista nella Repubblica Italiana. Casaleggio ha co-fondato il Movimento a 5 stelle (M5S) a Milano con il comico e attore Beppe Grillo» si legge ancora sul sito di Abc.

«I 3,5 milioni di euro sono stati inviati “in modo sicuro e segretamente attraverso la valigia diplomatica”, come si evince dal dossier dell’intelligence militare, da Hugo Carvajal, un fuggitivo della giustizia dallo scorso novembre, dopo che il tribunale nazionale ha approvato la sua estradizione negli Stati Uniti. La giustizia americana lo sta indagando per crimini legati al traffico di droga e fornendo armi ai guerriglieri delle FARC. Fuggì dalla Spagna senza che le autorità giudiziarie e di polizia lo impedissero» sottolinea il giornale spagnolo.

«La somma – continua Abc –  per finanziare l’M5S proveniva dai fondi riservati amministrati dall’allora ministro degli Interni e oggi vicepresidente dell’Economia, Tareck el Aissami, come si evince dal testo dell’invio ottenuto da questo giornale. L’Aissami era ed è una delle persone nella cerchia di fiducia di Maduro».  Secondo alcune fonti diplomatiche venezuelane contattate da Repubblica.it il documento però sarebbe un falso.

Leggi anche:  Centrodestra, Fratelli d'Italia: «L'unità della coalizione non basta declinarla. Bisogna costruirla nei fatti»
Pubblicità

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

Pubblicità
Pastificio Setaro

Altri servizi

Bonificata maxi discarica sulle sponde del fiume Volturno

Rimossi 800 quintali di rifiuti: molti erano interrati Dopo diversi mesi di inteso lavoro, è stata finalmente bonificata una mega discarica di rifiuti sita nel...

L’economia turistica non consente superficialità, negligenze, disservizi o arretratezze

Il fruitore di servizi turistici è consapevole d’avere doveri e pretende diritti in quanto portatore di ricchezza Carlo Levi nel suo romanzo “Cristo si è...

Ultime notizie

ilSud24

ilSud24.it si fonda su lettori come te
che leggono gratuitamente. Seguici sui social

Facebook