Federproprietà Napoli

Coronavirus, il governatore De Luca concede pizza, pennarelli e libri ai cittadini campani

Pubblicità

E alla fine, dopo le richieste e gli appelli pressanti dei giorni scorsi, il governatore Vincenzo De Luca ha deciso di concedere la possibilità ai campani di mangiare una pizza, leggere un libro nuovo, o comprare un pacco di pennarelli per i propri figli nonostante l’emergenza Coronavirus.

Pubblicità Federproprietà Napoli

La Regione Campania ha infatti emanato una nuova ordinanza con cui si concede l’ok, da lunedì 27, a riaprire a pub, bar, gastronomie, ristoranti, pizzerie, gelaterie, pasticcerie e ai negozi al dettaglio di carta, cartone, di cartoleria e libri. Esclusivamente però con consegne a domicilio e a solo a determinate condizioni. Bar e pasticcerie potranno svolgere il loro lavoro esclusivamente nella fascia mattutina dalle ore 7,00 alle ore 14,00.

Gli altri (pub, gastronomie, ristoranti, pizzerie, gelaterie) nella fascia pomeridiana e serale, dalle ore 16,00 alle ore 22,00. Il commercio al dettaglio di articoli di carta, cartone, cartoleria e libri, potrà svolgersi esclusivamente nella fascia mattutina, dalle ore 8,00 alle ore 14,00, con raccomandazione di privilegiare la modalità di vendita con consegna a domicilio.  De Luca, in un post sui social, ha spiegato che le attività che riapriranno dovranno utilizzare «i prossimi giorni per sviluppare tutte le operazioni di sanificazione e igienizzazione dei locali, in qualche caso chiusi da molte settimane, per sottoporsi a visite mediche e per preparare tutte le certificazioni necessarie dal punto di vista sanitario» contro il Coronavirus.

Coronavirus, De Luca: «Un primo segno di rilancio»

«Si tratta di un primo passo e di un primo segno di rilancio delle attività economiche secondo una linea di responsabilità e di prudenza, che richiede da parte di tutti il rispetto rigoroso delle regole di tutela della propria e dell’altrui incolumità – scrive De Luca – Il provvedimento è articolato in maniera da diluire la mobilità nel corso della giornata ed evitare assembramenti. Sarà fondamentale rispettare tutti i dispositivi di sicurezza, pena sanzioni severe a carico degli inadempienti».

Pubblicità

Nella stessa ordinanza De Luca ha stabilito, nei week-end del 25 aprile e del 1 maggio, la chiusura di tutte le attività commerciali a esclusione di farmacie, parafarmacie, edicole e distributori di carburante.

Leggi anche:  Blitz al Parco Verde di Caivano, pusher 21enne in manette: il fratello coinvolto nell'omicidio di Antonio Natale

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

Pubblicità
Pastificio Setaro

Altri servizi

Covid-19, la Campania verso la conferma in zona gialla: domani la decisione

In attesa della decisione finale del Ministero della Salute che arriverà solo domani, le indiscrezioni che arrivano da fonti della Regione indicano la Campania...

Covid, continua la strategia del terrore. Ricciardi: «Lazio e Campania a rischio»

Continua la strategia del terrore. Dopo la 'minaccia' non tanto velata di Vincenzo De Luca che ha paventato il ritorno al lockdown della regione...

Ultime notizie

ilSud24

ilSud24.it si fonda su lettori come te
che leggono gratuitamente. Seguici sui social

Facebook

Twitter