Una ragazza ricoperta di cioccolato in un buffet a bordo piscina

La denuncia di un uomo: corpo femminile come oggetto

Una tavola imbandita a bordo piscina in un hotel in Gallura, un raffinato buffet di dolci e accanto ai pasticcini, stesa sul tavolo, una ragazza in costume da bagno, ricoperta completamente di cioccolato. E’ accaduto a Ferragosto al Voi Colonna Hotel di Golfo Aranci. L’episodio è stato reso pubblico da un manager milanese in vacanza in Sardegna che ha pubblicato sul suo profilo LinkedIn la foto del buffet e un commento in cui parla espressamente di «corpo femminile come oggetto», chiamando in causa la catena Voi Hotels e il gruppo Alpitour, a cui l’albergo è collegato, e innescando una bufera social.

Pubblicità

«Rimango senza parole guardando questa scena – scrive il manager lombardo -. Dopo il primo momento di sgomento mi domando: Voi hotels sta per Vera ospitalità italiana, ma cosa significa? Cosa ne pensano i manager di Alpitour di questa rappresentazione del corpo femminile? (In hotel dopo avere espresso il mio disappunto mi hanno detto che era la ‘statua di cioccolato’)».

L’ospite del resort poi si chiede come possa una catena alberghiera che promuove i valori della tradizione ma anche dell’innovazione, «permettere che nelle proprie strutture ci siamo questi comportamenti, dove il corpo di una donna, di una lavoratrice, sia equiparato a quello di una stoviglia per assecondare l’occhio malizioso dì qualcuno».

Pubblicità Federproprietà Napoli

Il manager lombardo si trovava in vacanza in Sardegna con la figlia di 14 anni che ha visto il buffet: «Il suo commento è stato: ‘papà che schifo, questo non è un paese dove potersi realizzare’».

La replica dei Voi Hotels

Immediata sui social la replica dei Voi Hotels. «Desideriamo porgere a lei, alla sua famiglia e in particolare a sua figlia, nonché ai nostri clienti, le più sincere scuse a nome di tutto il management Voi hotels – scrivono su Linkedin – Ci rammarichiamo profondamente per l’incidente verificatosi e desideriamo ribadire con fermezza che non abbiamo mai avuto alcuna intenzione di rappresentare valori diversi da quelli che abbracciamo». Poi l’annuncio: «Stiamo intraprendendo azioni immediate per affrontare questo episodio in modo costruttivo – scrivono dal Voi Hotels – e per garantire che in futuro nessun cliente debba sentirsi offeso in alcun modo».

Nemmeno le risposte sui social, però, sono servite a placare le polemiche. Definisce su Facebook l’episodio «estremamente vergognoso», la vicepresidente del M5s Alessandra Todde. «Credo che il problema sia nel discutibile equilibrio della nostra società, mantenuto passando senza scrupoli sulla testa di chi subisce quotidianamente e che fa comodo a chi ha in mano il potere. Quest’equilibrio va cambiato con l’educazione, i modelli, la formazione. E tanta indignazione per episodi di questo tipo».

Potrebbe interessarti anche:

Setaro

Altri servizi

Giustizia, la riforma del ministro Nordio è legge: ecco cosa prevede

Il provvedimento è stato approvato con 199 sì, hanno votato a favore anche Azione e Italia Viva L’approvazione definitiva del Ddl Nordio ha mostrato una...

Pompei si candida a Capitale della Cultura 2027: in gara con altre 19 città

Il sindaco: «Risvegliare l’arte e la cultura attraverso un approccio interdisciplinare che unisce fede, arte, storia, e innovazione» Pompei ha ufficialmente presentato la sua candidatura...