Camorra, 114 anni di carcere per i clan Puca, Verde e Ranucci di Sant’Antimo

Nessuna condanna per Agostino Russo

Raffica di condanne e qualche assoluzione al processo davanti al gup di Napoli Giuseppe Sepe nei confronti di presunti esponenti dei clan Puca, Verde e Ranucci di Sant’Antimo, in provincia di Napoli. Complessivamente sono stati inflitti 114 anni e 4 mesi di carcere nei confronti degli imputati accusati, tra l’altro, di associazione a delinquere finalizzato allo spaccio di sostanze stupefacenti.

Pubblicità

Nessuna condanna invece per Agostino Russo, ritenuto a capo del clan Verde (difeso dall’avvocato Raffaele Chiummariello) accusato di associazione a delinquere finalizzato allo spaccio di sostanze stupefacenti, scambio elettorale e reati connessi alla detenzione e all’uso di armi, per il quale la Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli aveva chiesto 15 anni di reclusione.

Il collegio difensivo era composto anche dagli avvocati Beatrice Salegna, Mario Angelino, Teresa Frippa, Antonio Verde, Rocco Maria Spina e Alfonso Quarto. Complessivamente sono stati inflitti 16 anni a Armando Angelino; 10 anni a Antonio Arena; 3 anni a Angela Belardo; 8 anni a Antimo Belardo; 13 anni e 4 mesi a Antonio Ceparano; 10 anni a Salvatore Di Domenico; 10 anni a Stefano Fantinato; 8 anni a Francesco Ianniciello; 8 anni a Massimiliano Imbemba; 10 anni a Gaetano Pecoraro; 10 anni a Carmine Petito e 8 anni a Nicola Rinaldo.

Pubblicità Federproprietà Napoli

Potrebbe interessarti anche:

Setaro

Altri servizi

In un casolare droga, ordigni e armi: arrestato nel Napoletano | Video

Lo stupefacente avrebbe fruttato 60mila euro I militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Napoli hanno arrestato un pluripregiudicato residente a Cicciano a...

Ischia, dal 20 giugno al via la stagione concertistica

Ai Giardini la Mortella di Ischia da giovedì 20 giugno parte la 17esima stagione concertistica estiva, con sei appuntamenti serali dedicati alle orchestre giovanili. Giovedì...