Napoli, frode carosello: sequestro da 9,3 milioni all’amministratore di una società

I reati sarebbero stati commessi negli anni d’imposta dal 2014 al 2020

Un decreto di sequestro preventivo della somma di oltre 9,3 milioni di euro è stato eseguito dai finanzieri del Comando provinciale di Napoli nell’ambito di un’indagine coordinata dalla Procura di Nola nei confronti dell’amministratore di una società operante nel settore del commercio all’ingrosso di prodotti alimentari e per l’igiene della casa.

Pubblicità

Il reato ipotizzato è dichiarazione fraudolenta mediante uso di fatture o altri documenti per operazioni inesistenti, commesso negli anni d’imposta dal 2014 al 2020. Il provvedimento cautelare è stato adottato dal gip di Nola sulla base delle indagini svolte dal Nucleo di polizia economico-finanziaria di Napoli, che hanno consentito di svelare un ramificato sistema di frode carosello all’lva attuato con l’interposizione fittizia nella catena commerciale di numerose società «cartiere», con sedi tra Napoli e Salerno, nonché in Belgio, Bulgaria, Lituania e Spagna.

Attraverso l’utilizzo di fatture per operazioni inesistenti emesse dalle società, prive di struttura aziendale e dedite alla sistematica violazione degli obblighi di dichiarazione e versamento dell’lva, l’amministratore della società ha potuto abbattere sistematicamente il proprio carico fiscale, praticando sul mercato prezzi illecitamente concorrenziali rispetto agli altri operatori del settore.

Pubblicità Federproprietà Napoli

Potrebbe interessarti anche:

Setaro

Altri servizi

Metro Napoli, Palazzo San Giacomo acquisterà 22 treni nuovi per la linea 6

Firmato oggi il contratto con Hitachi Rail Hitachi Rail e il Comune di Napoli hanno firmato nella giornata di oggi un contratto per la progettazione,...

Sardegna: autogol del Centrodestra, vince il campo largo che non c’è

Il centrodestra vince come squadra, ma perde la guida della giunta regionale andata alla Todde Nonostante la vittoria come coalizione, 49% contro il 43% dell’accoppiata...