Spaccio di cocaina e hashish nel Casertano: arrestato un finanziere

Indagato anche un militare dell’Arma dei carabinieri

Un finanziere arrestato e un carabiniere indagato per un giro di spaccio di droga, cocaina e hashish in particolare, realizzato nel comune di Sparanise (Caserta). E’ il risultato dell’indagine coordinata dalla Procura di Santa Maria Capua Vetere e realizzata dai carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Capua, che hanno notificato al militare delle Fiamme Gialle, residente a Sparanise ma in servizio a Roma, l’ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari emessa dal Gip del tribunale sammaritano.

Pubblicità

Solo indagato invece il carabiniere, anch’egli di Sparanise e in servizio proprio nel Casertano; per gli inquirenti il militare dell’Arma non avrebbe spacciato la droga, ma da assuntore avrebbe chiuso più volte gli occhi, pur sapendo concretamente del giro di spaccio cui partecipava attivamente il finanziere. Nell’inchiesta risultano indagate altre due persone.

Dall’attività investigativa è emerso che più di un appartenente alle forze dell’ordine avrebbe acquistato droga dal finanziere. L’indagine dei carabinieri di Capua guidati dal colonnello Paolo Minutoli è partita sia grazie alle ordinarie attività di controllo del territorio che dalle ammissioni di alcuni assuntori fermati poco dopo aver acquistato la droga; durante le indagini sono stati effettuati vari sequestri di droga, è così emerso un giro di spaccio a Sparanise cui partecipava un giovane finanziere in servizio nella capitale, che consumava e arrotondava vendendo cocaina e hashish.

Pubblicità Federproprietà Napoli

Potrebbe interessarti anche:

Setaro

Altri servizi

Riforme, la Maggioranza accelera: avanti su premierato e autonomia

Ripreso l’esame e il voto dei due provvedimenti La maggioranza preme sull’acceleratore non solo del premierato, ma anche sull’autonomia. Senato e Camera hanno infatti ripreso...

Ennesima intimidazione a don Patriciello: suocero del boss fermato dalla polizia

Colosimo: «Saremo sempre al suo fianco» «Ennesimo atto di intimidazione subito a Caivano da don Patriciello, dove un uomo, suocero del boss Ciccarelli, armato di...