Ferito alla testa da un colpo di pistola: 23enne deceduto dopo 16 giorni di agonia

Il ferimento non sarebbe riconducibile a un agguato di camorra

E’ deceduto Antonio Artiano, soprannominato “Anthony”, il giovane di 23 anni rimasto gravemente ferito alla testa da un colpo di pistola, lo scorso 10 novembre, nel rione Traiano di Napoli. Da allora il giovane era ricoverato in gravissime condizioni nell’Ospedale del Mare. Il decesso è sopraggiunto la scorsa notte.

Pubblicità

Sull’accaduto sono in corso indagini da parte della Squadra Mobile della Questura di Napoli ma, secondo quanto si è appreso, la morte di Artiano, legato da stretti vincoli di parentela con un elemento di spicco della malavita locale, non sarebbe riconducibile a un agguato scattato per dissidi tra gruppi camorristici rivali. Il colpo di pistola che l’ha raggiunto alla testa ferendolo gravemente sarebbe partito, accidentalmente, durante una colluttazione scoppiata nel corso di una lite con un gruppo di parenti.

Potrebbe interessarti anche:

Setaro

Altri servizi

Dalla Camera via libera definitivo alla Commissione d’inchiesta per il Covid

Scontro politico tra maggioranza e opposizione Caos alla Camera sulla Commissione d’inchiesta per il Covid. Con tanto di seduta sospesa. Durante l’esame degli ordini del...

Schifone: «Scene pirandelliane al Sannazaro. Quanto dovrà pagare ancora la Campania?»

Il consigliere di Sangiuliano: «Precettati da chi tiene in mano i cordoni dei contributi» «Al Sannazaro una scena pirandelliana di soggetti senza capo né coda!». Lo...