Tragedia a Monaco, bimba napoletana di 7 anni muore schiacciata da una statua

La piccola Lavinia stava giocando quando è stata travolta

Tragedia in un albergo di Monaco di Baviera dove ha perso la vita Lavinia Trematerra, una bambina napoletana di sette anni, figlia degli avvocati Michele Trematerra e Valentina Poggi. Nel tardo pomeriggio di ieri, come si legge sul sito del quotidiano Roma, mentre la bimba si trovava nell’albergo dove alloggiava con i genitori è stata colpita da una statua di marmo.

Pubblicità

Il padre della bambina è subito intervenuto e la piccola è stata trasportata in ospedale, ma per lei non c’è stato niente da fare. Sull’incidente sono in corso accertamenti. Secondo le prime informazioni, la statua non sarebbe stata ancorata al suolo ed è caduta addosso a Lavinia mentre giocava. Sul luogo dell’incidente sono intervenute le autorità di polizia locali, i sanitari e la magistratura bavarese che ha ascoltato a lungo i genitori insieme ai responsabili dell’albergo. Per il trasferimento della salma della piccola in Italia bisognerà attendere che vengano svolti tutti gli adempimenti del caso. Nel frattempo Michele Trematerra e Valentina Poggi resteranno ancora in Germania.

Molti i messaggi di cordoglio. «Sei e sarai sempre il nostro angelo rip. Amore della nostra vita», questo il commovente messaggio di addio della mamma su Facebook. «E’ cambiata la nostra vita», ha detto l’avvocato Trematerra ad uno dei suoi amici e colleghi che lo ha chiamato per avere conferma della terribile notizia.

Pubblicità Federproprietà Napoli

Potrebbe interessarti anche:

Setaro

Altri servizi

Meloni: «Campania ha enormi potenzialità, destino non è vivere di sussidi»

La premier: «Il Sud deve avere la possibilità di dimostrare finalmente il suo valore» «Per molte forze politiche è molto più facile cercare il consenso...

Accoltella moglie e figli, e si barrica in casa: arrestato. Gravissimi 2 bimbi

I piccoli sono ricoverati in terapia intensiva Ha accoltellato moglie e figli, dopo l’ennesimo litigio in famiglia, e poi si è barricato in casa prima...