Federproprietà Napoli

Uomo dato alle fiamme, il legale dell’indagato: «Impianto accusatorio debole ed evanescente»

Pubblicità

L’uomo ha respinto tutte le accuse

«Un impianto accusatorio debole ed evanescente, eppure al mio assistito è stata negata la libertà personale». A parlare è l’avvocato Fernando Maria Pellino, difensore di Pasquale Pezzella, il 39enne in stato di fermo dalle 3 della notte scorsa, con l’accusa di avere tentato di uccidere Nicola Liguori dato alle fiamme, con un liquido infiammabile, la notte tra giovedì e venerdì scorso, mentre parlava in video chiamata con la fidanzata Giuseppina Mosca.

Pubblicità Federproprietà Napoli

Il legale ha sottolineato che il suo assistito ha respinto tutte le accuse e rimarcato che a far scattare il fermo sono state soltanto le denunce del fratello e della mamma della vittima. Denunce che riportano quanto la vittima ha raccontato al fratello durante il trasferimento in ospedale.

«Nelle dichiarazioni della fidanzata – dice il difensore – l’aggressore viene descritto in modo approssimativo, carnagione chiara, senza barba fatta e pizzetto. Il mio assistito – afferma Pellino – è scuro di pelle e da anni ha barba e pizzetto. Così pure il riconoscimento all’americana. La fidanzata non lo ha riconosciuto se non con un ‘potrebbe essere lui’. Il mio assistito è stato esaminato insieme a tre poliziotti il cui fisico non era per niente omogeneo in altezza e peso con quello del mio assistito».

Potrebbe interessarti anche:

Pubblicità
Pastificio Setaro

Altri servizi

Aveva denunciato la scomparsa del marito: fermata per omicidio insieme ai suoi figli

Incastrata dai video, coinvolto anche un minorenne Aveva denunciato la scomparsa di suo marito, Ciro Palmieri, panettiere di 43 anni, il 30 luglio scorso ai...

Governo, Meloni: «Farò quel che è giusto per la nazione. Pronta a pagare costi elettorali»

La difesa dell’interesse nazionale è l’imperativo di Giorgia Meloni Pronta a tutto «per fare quel che è giusto per la nazione», anche a costo di...

Ultime notizie

ilSud24

ilSud24.it si fonda su lettori come te
che leggono gratuitamente. Seguici sui social

Facebook