Federproprietà Napoli

Napoli, custodia cautelare per il 17enne che ha ucciso la madre

Pubblicità

La donna colpita numerose volte al culmine di una lite

Il gip di Napoli ha disposto la custodia cautelare, presso Istituto Penale Minorile nei confronti del 17enne sottoposto a fermo, mercoledì scorso, per l’omicidio aggravato della madre, colpita numerose volte con un coltello al culmine di una lite scoppiata per futili motivi, secondo quanto ha raccontato il ragazzo, per la gestione della console per i giochi. Una versione che è ancora al vaglio degli investigatori.

Pubblicità Federproprietà Napoli

Nel tardo pomeriggio del 15 giugno scorso, gli agenti dell’Ufficio Prevenzione Generale e del Commissariato Decumani, su disposizione della Centrale Operativa, sono intervenuti sulle rampe San Giovanni Maggiore per la segnalazione di una persona ferita che chiedeva aiuto dal balcone di un’abitazione.

I poliziotti hanno trovato al primo piano dello stabile un giovane in forte stato di agitazione e con le mani sporche di sangue che ai poliziotti ha raccontato che la madre si era ferita con un coltello. Per entrare nell’appartamento però si è reso necessario l’intervento dei Vigili del Fuoco: i poliziotti durante l’ispezione in casa hanno trovato, riversa sul letto della sua camera, la donna priva di vita. Gli investigatori hanno poi accertato che era stato il giovane, poco prima, ad accoltellarla ripetutamente al culmine di una lite.

Potrebbe interessarti anche:

Pubblicità
Pastificio Setaro

Altri servizi

Intercettazioni, Delmastro: «Basta abusi, sanzioni anche a giornali»

Il sottosegretario: «L'intenzione non è quella di togliere ai pm uno strumento fondamentare per le indagini» «Non c’è ancora un progetto di legge in cantiere,...

Qatargate, Francesco Giorgi e Niccolò Figà-Talamanca restano in carcere

Libere moglie e figlia di Antonio Panzeri La giustizia belga spacca il Qatargate e porta gli accusati su strade sempre più distanti, individuali e contrapposte....

Ultime notizie

ilSud24

ilSud24.it si fonda su lettori come te
che leggono gratuitamente. Seguici sui social

Facebook