Federproprietà Napoli

Centrodestra, Fratelli d’Italia: «L’unità della coalizione non basta declinarla. Bisogna costruirla nei fatti»

Pubblicità

Per FdI sono «ancora fumose le regole d’ingaggio sulle modalità con cui formare liste e programmi comuni»

«È sicuramente positivo essersi incontrati ma l’unità della coalizione non basta declamarla. Occorre costruirla nei fatti. Su 26 città capoluogo sono solo 5, ma purtroppo importanti, le città in cui il centrodestra andrà diviso al primo turno ma restano ancora diversi nodi aperti». Lo afferma Fratelli d’Italia dopo l’incontro ad Arcore con gli altri vertici della coalizione.

Pubblicità Federproprietà Napoli

«A partire dalla non ancora ufficializzata ricandidatura del presidente uscente Nello Musumeci in Sicilia, su cui la personale dichiarata disponibilità di Silvio Berlusconi si è fermata di fronte alla richiesta di Matteo Salvini di ritardare l’annuncio del candidato. Analogamente, se è positiva la comune contrarietà ad una futura legge proporzionale per le elezioni politiche, restano ancora fumose le regole d’ingaggio sulle modalità con cui formare liste e programmi comuni».

«Fratelli d’Italia, nel confermare la sua indisponibilità a qualsiasi futura alleanza con il Partito democratico e/o Cinquestelle, confida nella stessa chiarezza da parte degli alleati, convinta che occorra essere uniti non solo nella forma ma anche nelle scelte, nei progetti e nei programmi» conclude la nota.

Potrebbe interessarti anche:

Pubblicità
Pastificio Setaro

Altri servizi

Aggredisce sorella e nipoti, 53enne arrestato per violenze

L'uomo è stato sorpreso mentre stava rompendo la finestra dell'abitazione di sua sorella I carabinieri di Monte di Procida in sinergia con quelli della sezione...

Torre Annunziata, la denuncia di un 34enne: picchiato e aggredito perché gay

Un giovane di 34 anni picchiato e aggredito da un branco di sette giovani perché gay. L'aggressione, secondo il racconto della vittima, è avvenuta...

Ultime notizie

ilSud24

ilSud24.it si fonda su lettori come te
che leggono gratuitamente. Seguici sui social

Facebook