Federproprietà Napoli

Paura per Massimo Ranieri, ricoverato con una costola rotta dopo una caduta

Pubblicità

È inciampato durante il suo spettacolo al teatro Diana di Napoli

Solo una costola rotta, e sta bene nel complesso, Massimo Ranieri. Il popolare artista ieri sera intorno alle 22, durante il suo spettacolo al teatro Diana di Napoli ‘Sogno o son desto’, è caduto scendendo una scaletta al centro del palco mentre cantava, probabilmente per aver messo un piede in fallo. Show interrotto e 118 subito arrivato.

Pubblicità Federproprietà Napoli

L’artista è stato portato al Cardarelli di Napoli dove è stato sottoposto a esami e tenuto sotto osservazione. «Tanto spavento ma per fortuna non ha battuto la testa ed è sempre stato cosciente. Una costola rotta e un buono stato generale ma rimane sotto osservazione», riferiscono dal suo staff. Secondo quanto ricostruito, a un certo punto dello show ‘Sogno o son desto’, il popolare artista napoletano, 71 anni da tre giorni, è inciampato scendendo dalla scaletta tra palco e platea.

La direzione sanitaria dell’Azienda Ospedaliera fa sapere che il paziente è sveglio e cosciente, stabile emodinamicamente, con respiro spontaneo valido. Gli esami effettuati hanno messo in evidenza la presenza di una frattura costale alla VII costa di destra, dolore discretamente controllato con antinfiammatori. Non sono evidenti al momento altri tipi di lesioni.

Potrebbe interessarti anche:

Pubblicità
Pastificio Setaro

Altri servizi

Spaccio di stupefacenti nel Salernitano, 56 arresti. I rifornimenti da Pagani e Torre Annunziata

Sono 35 le persone finite in carcere mentre 21 sono agli arresti domiciliari Associazione per delinquere finalizzata al traffico illecito di sostanze stupefacenti, detenzione ai...

Guerra in Ucraina, Zelensky chiede di più: «Sanzioni? Efficaci ma non sufficienti»

Kiev invita i residenti delle regioni di Lugansk, Donetsk e Kharkiv ad evacuare Il nuovo pacchetto di sanzioni alla Russia decise dall’Occidente «sembra efficace, ma...

Ultime notizie

ilSud24

ilSud24.it si fonda su lettori come te
che leggono gratuitamente. Seguici sui social

Facebook