Giustizia, pubblicati i bandi per 5.410 assunzioni. Ecco i profili ricercati

La procedura concorsuale straordinaria è finalizzata all’assunzione a tempo determinato

Pubblicati sulla Gazzetta Ufficiale i due bandi di concorso previsti dal Pnrr, relativi all’assunzione di 5410 unità di personale tecnico amministrativo. Ne dà notizia Gnews, il quotidiano on line del ministero della Giustizia. La procedura concorsuale straordinaria è finalizzata all’assunzione a tempo determinato, come richiesto dal Pnrr, per la durata massima di 36 mesi, di personale amministrativo destinato agli uffici giudiziari. Le figure tecniche richieste riguardano laureati e diplomati in varie discipline.

Pubblicità

Nello specifico, si procederà all’assunzione di 180 tecnici IT senior, 200 tecnici di contabilità senior; 150 tecnici di edilizia senior, 40 tecnici statistici e 1.060 tecnici di amministrazione. Inoltre, sono previsti 30 posti per analisti di organizzazione, 280 posti per tecnici IT diplomati, 400 posti per tecnici di contabilità junior, 70 per tecnici di edilizia junior e 3.000 posti per operatori data entry.

L’elaborazione dei bandi, frutto della collaborazione tra Ministero della Giustizia e Ministero per la Pubblica amministrazione, costituisce un ulteriore tassello previsto dal Pnrr, diretto ad offrire risorse indispensabili per proseguire l’opera di abbattimento dell’arretrato e delle pendenze e per dare supporto qualificato alle altre linee di progetto sul fronte digitalizzazione ed edilizia giudiziaria. I due bandi arrivano a distanza di un mese dall’entrata in servizio dei vincitori del concorso per 8.171 addetti all’Ufficio per il processo.

Pubblicità Federproprietà Napoli

Potrebbe interessarti anche:

Setaro

Altri servizi

Hacker, droni e sommergibili: le mafie sempre più agguerrite

Creano banche online per riciclare denaro Utilizzano droni e sommergibili radiocomandati per trafficare in droga e armi, assoldano i migliori hacker del mondo, agiscono con...

Arrestato Gennaro Manetta, l’ex consigliere municipale al servizio del clan Contini

Era negli Stati Uniti, bloccato all’aeroporto. Sfuggito al blitz contro i Contini per le infiltrazioni al San Giovanni Bosco Era riuscito a sfuggire al blitz...