Federproprietà Napoli

Pozzuoli, terremoto di magnitudo 3.5 della scala Ritcher: la città ha ballato per ben 4 secondi

Pubblicità

L’Osservatorio Vesuviano: «Evento più forte nell’area flegrea da quasi quaranta anni»

Scossa di terremoto oggi pomeriggio intorno alle ore 15.15 nella zona dei Campi Flegrei. Lunga circa 4 secondi, è stata sentita anche a Napoli e ha creato il panico nella popolazione che si è riversata in strada. La scossa di magnitudo 3.5 della scala Ritcher, con epicentro nell’area l’area della Solfatara a Pozzuoli a una profondità 2,7 km. «L’area della Solfatara – fa sapere l’Osservatorio Vesuviano – è naturalmente soggetta a bradisismo, e a questo fenomeno sono collegati vari sciami sismici di diversa intensità in corso da mesi».

Pubblicità Federproprietà Napoli

L’evento principale – accompagnato da un boato – è stato preceduto dalla mezzanotte di ieri da uno sciame di sedici eventi minori e seguito da altri sei eventi di minore intensità nel giro di pochi minuti. «È stato – aggiunge l’Osservatorio Vesuviano – l’evento più forte nell’area flegrea del 1983-84 ovvero da quasi quaranta anni a questa parte». La scossa è stata avvertita anche nel capoluogo partenopeo, in particolar modo ai piani alti degli edifici.

Diverse le segnalazioni giunte dai quartieri collinari di Napoli (Vomero e Colli Aminei) e dall’area limitrofa al lungomare, nell’area occidentale, in zone limitrofe ai Campi Flegrei come Bagnoli, Agnano e Fuorigrotta, ma anche a Quarto e Monteruscello. Segnalazioni anche dalla vicina Giugliano. Lo spavento è stato tanto, ma per il momento non si registrano danni significativi. In campo a Pozzuoli Protezione Civile locale e Polizia Municipale per monitorare la situazione.

Potrebbe interessarti anche:

Pubblicità
Pastificio Setaro

Altri servizi

Torre Annunziata, Conte: «Siamo con la parte sana della comunità. Serve patto per la legalità»

L'ex presidente del Consiglio: «Vogliamo dare un segnale» «Noi siamo qui per stare con la parte sana della comunità che ha bisogno di un segnale...

Napoli, sopralluogo del Nas per verificare le criticità all’ospedale Cardarelli

Controlli anche nel Secondo Policlinico Verifiche da parte del Nas di Napoli, coordinate dal tenente colonnello Alessandro Cisternino, sono state eseguite nella giornata di ieri...

Ultime notizie

ilSud24

ilSud24.it si fonda su lettori come te
che leggono gratuitamente. Seguici sui social

Facebook