Federproprietà Napoli

La guerra dei brevetti, la Hbw-Human Brain Wave: «Copiato il nostro Sistema Rigenera»

Pubblicità

Un dispositivo in grado di riparare attraverso micro-innesti i tessuti danneggiati

Il furto del brevetto di una metodica all’avanguardia nella medicina rigenerativa: parla di questo un esposto presentato alla Procura di Torino da una società di Candiolo (Torino), la Hbw-Human Brain Wave, che opera nelle biotecnologie e che ha i propri laboratori nel quartiere napoletano di Posillipo.

Pubblicità Federproprietà Napoli

Al centro della questione, come raccontato nei giorni scorsi da Panorama e dal Corriere della Sera, c’è il «Sistema Rigenera», un dispositivo in grado di riparare attraverso micro-innesti i tessuti danneggiati. L’azienda, tutelata dall’avvocato Alexandro Maria Tirelli, presidente delle Camere penali del diritto europeo e internazionale, e guidata da Antonio Graziano, denuncia l’apparizione nei mercati internazionali di apparecchi prodotti a sua insaputa, e ipotizza un furto del know-how e la contraffazione del brevetto.

Nel 2018 una società turca mise in commercio un prodotto analogo che, secondo l’esposto era stato assemblato con materiale proveniente da un’azienda partner di Hbw. Nel raggiro, scrivono gli organi di stampa, avrebbero avuto un ruolo una società irlandese e un’altra con sede a Miami. Nell’esposto, l’avvocato Tirelli ipotizza i reati di associazione per delinquere e ricettazione.

Potrebbe interessarti anche:

Pubblicità
Pastificio Setaro

Altri servizi

La Corte dei Conti ‘striglia’ il Governo: «Urgente il taglio delle tasse a dipendenti e pensionati»

La sveglia al governo Conte, questa volta la dà la Corte dei Conti. L'economia italiana era già in grossa difficoltà prima della pandemia e...

Dal parco Verde di Caivano la droga per le province di Napoli e Caserta

Maxi blitz dei carabinieri che hanno arrestato 40 persone Quaranta persone finite in carcere tra le province di Caserta e Napoli per associazione a delinquere...

Ultime notizie

ilSud24

ilSud24.it si fonda su lettori come te
che leggono gratuitamente. Seguici sui social

Facebook