Federproprietà Napoli

Faida Contini-Mazzarella a Forcella, eseguite 5 misure cautelari

Pubblicità

Due indagati sono finiti in carcere e due ai domiciliari

Ieri mattina, a Napoli e Viareggio, la squadra mobile ha eseguito un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip. del Tribunale partenopeo, su richiesta della locale Direzione Distrettuale Antimafia, nei confronti di cinque persone. Destinatari di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere sono Domenico De Martino e Alessio Vicorito mentre agli arresti domiciliari sono finiti Mario Giarnieri e Raffaele Cella. Raffaele Giugliano, figlio del colloratore di giustizia Guglielmo, invece è stato raggiunto da un divieto di dimora nella regione Campania e dall’obbligo di presentazione alla P.G.

Pubblicità Federproprietà Napoli

I cinque sono indagati perché ritenuti, a vario titolo, gravemente indiziati dei delitti di detenzione e porto abusivo di armi da fuoco e spaccio di sostanze stupefacenti, aggravati dal metodo mafioso.

Le indagini, condotte dalla squadra mobile nel periodo da novembre 2017 a ottobre 2019, anche attraverso attività tecniche, hanno consentito di ricostruire una serie di episodi criminosi, avvenuti nella zona di Forcella, commessi nell’ambito di una violenta contrapposizione tra schieramenti riconducibili nelle sfere d’influenza e di controllo del clan Contini, da un lato, famiglia aderente allo storico cartello della criminalità organizzata denominato Alleanza di Secondigliano, e del clan Mazzarella dall’altro, sodalizi cui facevano rispettivamente riferimento gli indagati De Martino-Vicorito e Giuliano.

Potrebbe interessarti anche:

Pubblicità
Pastificio Setaro

Altri servizi

Decreto Liquidità, Marta Schifone (FdI): «Dal Governo ancora uno schiaffo ai liberi professionisti»

«Abbiamo assistito in queste settimane a uno squallido balletto del governo. L’indecisione e l’imprecisione con la quale si è mosso sono imbarazzanti». Lo sottolinea...

Coronavirus, Parisi (Anpal): «Reddito di emergenza a chi versa in condizioni di indigenza»

«Fino alla fine dell'emergenza Coronavirus, a tutti coloro che versano in condizioni di indigenza e povertà e non sono già beneficiari del Reddito di...

Ultime notizie

ilSud24

ilSud24.it si fonda su lettori come te
che leggono gratuitamente. Seguici sui social

Facebook