Federproprietà Napoli

Pusher ma con reddito di cittadinanza: 36 arresti tra Napoli e Caserta

Pubblicità

Le loro basi operative anche davanti alle scuole e al Comune di Villa Literno

La droga veniva venduta anche di fronte alla sede del Comune di Villa Literno, in provincia di Caserta, e di fronte agli istituti scolastici di Castel Volturno e Aversa, nel Casertano. E’ quanto sostengono gli inquirenti della Procura di Napoli che hanno coordinato un maxi blitz dei carabinieri di Casal di Principe e di Villa Literno, circa 200 i militari impiegati, durante il quale sono state notificate 48 misure cautelari (26 in carcere, 10 ai domiciliari, 3 denunce, 3 divieti di dimora e 6 obblighi di presentazione alla polizia giudiziaria). Molti indagati risultavano indigenti, e per questo percettori il reddito di cittadinanza.

Pubblicità Federproprietà Napoli

Gli spacciatori, per reperirla e venderla, si facevano aiutare anche da alcuni autisti che li accompagnavano ad acquistarla (tra Caivano, Melito di Napoli, il Rione Traiano di Napoli e a Castel Volturno e anche a Casal di Principe) e anche a venderla nella zona circostante Villa Literno.

Individuati i cosiddetti fornitori di zona che si occupavano di spacciare ciascuno a Sant’Antimo, Castel Volturno e Melito di Napoli. Il maggior numero di cessioni è stato registrato a Castel Volturno, negli orari serali, e gli ordini arrivavano via telefono adoperando linguaggi criptici (Maria per la marijuana, Mario per l’hashish e ‘bubbazza’ per la cocaina).

Tra gli spacciatori arrestati figurano anche persone agli arresti domiciliari e sorvegliati speciali e numerosi sono stati gli arresti in flagranza durante le indagini e i sequestri di denaro e droga. Durante l’attività investigativa è anche emerso che la droga (hashish, marijuana e cocaina) veniva venduta anche ai minorenni. I provvedimenti emessi dal gip Daniele Grunieri di Napoli Nord su richiesta del locale ufficio inquirente coordinato dal procuratore Maria Antonietta Troncone, sono stati notificati tra le province di Caserta, Napoli e Arezzo.

Leggi anche:  La morte del piccolo Samuele: Cannio condannato a 18 anni di reclusione
Pubblicità

Potrebbe interessarti anche:

Pubblicità
Pastificio Setaro

Altri servizi

Renzi apre alla maggioranza ma chiude, forse, a un governo Conte

L’irresponsabile Matteo Renzi, in piena crisi pandemica, rompe il prezioso giocattolo con cui tutti si divertivano, governo Conte bis. Tutti contro Renzi, utile idiota,...

Il gelso: un benefico frutto antico e quasi dimenticato

Il gelso: famiglia e diffusione Oggi di difficile reperimento, un tempo i gelsi erano diffusi in tutta Italia. Appartenenti alla famiglia delle Moracee sono originarie...

Ultime notizie

ilSud24

ilSud24.it si fonda su lettori come te
che leggono gratuitamente. Seguici sui social

Facebook