Federproprietà Napoli

Napoli, Muscarà: «Parcheggio sotterraneo al Molosiglio mette a rischio perimetro fino a S. Lucia»

Pubblicità

La consigliera regionale: «Basta scavare, servono parcheggi fuori città e trasporto pubblico efficiente»

«Le immagini del crollo di Palazzo Guevara di Bovino, nel marzo di 9 anni fa, ancora scuotono la memoria di tutta Napoli e c’è chi ancora oggi pensa di poter realizzare infrastrutture nel sottosuolo di una città dove non si può e non si deve assolutamente scavare». Lo denuncia la consigliera regionale della Campania Maria Muscarà.

Pubblicità Federproprietà Napoli

«Il progetto di un parcheggio sotterraneo da 700 auto al Molosiglio – dichiara – è una ferita al solo immaginarlo. Si rischiano conseguenze disastrose in un’area paesaggistica e monumentale già fortemente minata dai lavori, realizzati per nulla ad arte della linea 6 del metrò, compromettendo un perimetro abbastanza vasto coinvolgerebbe anche l’area di Santa Lucia. Non è possibile che l’unica soluzione sia sempre quella di minare le fondamenta della città».

«Sappiamo bene – propone la consigliera regionale – che l’alternativa più efficiente sia quella di potenziare il trasporto pubblico e renderlo realmente fruibile a tutti, costruendo parcheggi fuori città collegati al centro con metro e treni di superficie. Solo così – conclude – possiamo finalmente porre un freno al flusso di auto in centro e tornare, al contempo, a respirare, salvaguardando il nostro territorio».

Potrebbe interessarti anche:

Pubblicità
Pastificio Setaro

Altri servizi

Governo, Giorgia Meloni: «Italia in Ue non si presenterà col cappello in mano»

Migranti e aiuti di Stato, la premier vola a Berlino e Stoccolma La difesa dei confini esterni. E la necessità di mantenere «parità di condizioni»...

L’Europa di domani senza bistecche e vino, ma con insetti e vermi

Le follie green dell'Ue rischiano di trasformare le case frutto del risparmio dei cittadini da piccole ricchezze in povertà assoluta Il premier Meloni e il...

Ultime notizie

ilSud24

ilSud24.it si fonda su lettori come te
che leggono gratuitamente. Seguici sui social

Facebook