Galleria Umberto I, Nappi (Lega): «Al via petizione per Bando internazionale di idee»

Il consigliere regionale: «Strappare all’incuria un fiore all’occhiello di Napoli»

«Contrastare ad ogni livello il degrado che attanaglia la Galleria Umberto I, in questi anni completamente abbandonata dalle istituzioni, e rilanciare Napoli attraverso il recupero di uno dei suoi principali simboli. Da oggi sarà possibile aderire alla mia proposta, lanciata nei giorni scorsi, di indire un bando di idee aperto ai grandi marchi nazionali e internazionali, firmando la petizione sulla piattaforma change.org, a questo link».

Pubblicità

È quanto spiega Severino Nappi, consigliere regionale e coordinatore cittadino della Lega a Napoli, rispetto all’avvio di una petizione indirizzata, tra gli altri, a Comune di Napoli, Regione Campania e Ministero della Cultura.

«L’obiettivo – continua – è quello di strappare all’incuria un fiore all’occhiello di Napoli, restituire bellezza alla città puntando sulla sinergia tra player pubblici e privati, sensibilizzando le istituzioni locali e nazionali affinché investano tutte le risorse necessarie per contribuire a proiettare nuovamente la città tra le grandi capitali europee».

Pubblicità Federproprietà Napoli

«Ogni cittadino potrà mandare le proprie proposte su come recuperare la Galleria al fine di realizzare un progetto che possa davvero incidere sul futuro dell’area in termini di riqualificazione, rigenerazione urbana e rilancio economico. Bisogna ridare dignità ai nostri luoghi. Lo meritiamo tutti: Napoli non è solo di chi la vive, ma è un patrimonio e una vetrina per l’intera Nazione. È da qui che si riparte» conclude.

Potrebbe interessarti anche:

Setaro

Altri servizi

Camorra, chiesti 259 anni per esponenti del clan Cacciapuoti-Ferrara

Le pene richieste vanno dai 3 ai 20 anni per presunti vertici Ben 259 anni di carcere sono stati chiesti dalla DDA di Napoli nel...

Truffe milionarie alle compagnie telefoniche: il boss Vincenzo Di Lauro assolto

Secondo l'accusa un complesso sistema avrebbe consentito di acquisire traffico telefonico senza pagare un euro Era ritenuto a capo di un’associazione a delinquere composta da...