Federproprietà Napoli

Reddito di cittadinanza, altri 164 denunciati per indebita percezione: tra loro anche un latitante

Pubblicità

Accertate oltre 200 posizioni irregolari, alcune ancora al centro di approfondimenti, e l’illecita percezione di oltre 1,3 milioni di euro

Un latitante, un fruitore di patrocinio gratuito a spese dello Stato che aveva oltre 30 immobili, alcuni dipendenti in nero di una pizzeria d’asporto, collaboratrici domestiche e badanti. Sono alcuni dei ‘profili’ delle 164 persone denunciate dalla Guardia di finanza di Caltanissetta per indebita percezione del Reddito di cittadinanza tra il capoluogo Nisseno e Gela.

Pubblicità Federproprietà Napoli

Le indagini hanno accertato oltre 200 posizioni irregolari, alcune ancora al centro di approfondimenti, e l’illecita percezione oltre 1,3 milioni di euro, somma per cui è stata chiesta il sequestro preventivo. La posizione dei denunciati è stata segnalata all’Inps per la decadenza, la revoca e la restituzione del beneficio, evitando che altri 756 mila euro indebitamente richiesti venissero riscossi da non aventi diritto.

Alcuni dei denunciati, tra l’altro, sono risultati assidui scommettitori su piattaforme di gioco online, omettendo di dichiarare le vincite conseguite. I datori di lavoro che utilizzavano persone ‘in nero’ saranno sanzionate dalle Fiamme gialle per l’irregolarità scoperta durante le indagini.

Potrebbe interessarti anche:

Pubblicità
Pastificio Setaro

Altri servizi

Vesuvio, acquistava tutti i biglietti del Parco e li rivendeva a prezzi maggiorati

Sanzionato amministrativamente per secondary ticketing Acquistava sul web tutti i biglietti per l’ingresso nel parco nazionale del Vesuvio e poi li rivendeva a prezzi maggiorati:...

Caso Suarez, Paratici indagato per false dichiarazioni. Spunta il nome del ministro Paola De Micheli

Le indagini sul caso Suarez «hanno fatto emergere ipotesi (invero tuttora al vaglio degli inquirenti) di false dichiarazioni al pm rese dall'avvocato Chiappero e...

Ultime notizie

ilSud24

ilSud24.it si fonda su lettori come te
che leggono gratuitamente. Seguici sui social

Facebook