Federproprietà Napoli

Pnrr, Giovannini firma il decreto: all’Eav oltre mezzo miliardo di euro

Pubblicità

Lo rende noto l’ufficio stampa dell’Ente autonomo Volturno, precisando la ripartizione delle risorse

Il ministro Giovannini ha firmato il decreto che ripartisce il fondo complementare al PNRR (Decreto 363/2021) per circa 1,5 miliardi per la messa in sicurezza ed il potenziamento delle ferrovie regionali. Di questi fondi oltre un terzo (546 milioni) «sono destinati alla Regione Campania e precisamente ad EAV che ha presentato, grazie alla Direzione Mobilità ed alla fattiva spinta del consigliere delegato ai Trasporti Luca Cascone, progetti importanti e strategici, in particolare per il futuro delle linee vesuviane».

Pubblicità Federproprietà Napoli

Lo rende noto l’ufficio stampa dell’Ente autonomo Volturno, precisando la ripartizione delle risorse: 170 milioni per l’adeguamento tecnologico e sicurezza delle gallerie; 120 milioni per l’Intelligent Traffic System; 80 milioni per il potenziamento della tratta Castellammare / Sorrento; 176 milioni per il rinnovo del parco rotabile.

«Si tratta di opere che determineranno finalmente un volto moderno alla infrastruttura ferroviaria esistente con conseguenti vantaggi per la circolazione e gli utenti. A breve partiranno le gare e le opere dovranno essere completate entro il 2026», conclude la nota.

Potrebbe interessarti anche:

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pastificio Setaro

Altri servizi

Presentata ‘Primavera Meridionale’: «Una forza dirompente che possa dare voce alla gente»

L’associazione 'Primavera Meridionale' intende aprire nuovi confronti su istruzione, salute e mobilità ma non solo Sabato mattina ‘Primavera Meridionale’ si è presentata ad Avellino presso...

La centralità di Oplonti nel panorama culturale europeo del XVIII e XIX secolo

Villa Parnaso rappresenta una delle fonti storiche più straordinarie della città di Torre Annunziata (Napoli). La sua centralità è nelle opere realizzate nella sua...

Ultime notizie

ilSud24

ilSud24.it si fonda su lettori come te
che leggono gratuitamente. Seguici sui social

Facebook

Twitter