Federproprietà Napoli

Accoltellata per un posto auto, arrestati gli aggressori: madre, padre e figlio minorenne

Pubblicità

Il ferimento avvenuto ieri pomeriggio a Marano, in via Campana. La vittima è in prognosi riservata all’ospedale Santa Maria delle Grazie

Quasi un’intera famiglia in manette per il tentato omicidio commesso ieri pomeriggio a Marano, in Via Campana, dove una 34enne del posto è stata colpita da 4 fendenti che le sono costate il ricovero immediato in prognosi riservata presso l’ospedale di Santa Maria delle Grazie di Pozzuoli.

Pubblicità Federproprietà Napoli

A finire nei guai, padre, madre e figlio minorenne, tutti incensurati. Gli arrestati hanno rispettivamente 40, 38 e 17 anni e sono vicini di casa della vittima. Secondo la ricostruzione effettuata dai militari dell’Arma durante una lite già iniziata in mattinata, con insulti e minacce, i tre contendevano alla 34enne un posto auto.

La violenza si è scatenata solo qualche ora dopo. Nel pomeriggio la discussione tra la 34enne e la vicina 38enne è ripresa. I familiari di quest’ultima sono intervenuti per sostenerla ma a un certo punto il più piccolo, appena 17enne, ha estratto un coltello e inferto quattro pugnalate. Una di queste diretta all’osso sacro. I militari hanno facilmente ricostruito la vicenda e arrestato i 3 aggressori.

Padre e madre sono finiti nei carceri di Poggioreale e Pozzuoli mentre il minore è stato tradotto al centro di prima accoglienza dei Colli Aminei. Tutti attendono giudizio. Stabili le condizioni della vittima, sebbene i medici non abbiano ancora sciolto la prognosi.

Pubblicità

Potrebbe interessarti anche:

Pubblicità
Pastificio Setaro

Altri servizi

Fase 2, Rauti (FdI): «Governo boccia opposizioni su lavoro femminile e preferisce accontentarsi delle nomine nelle task force»

«Il governo ha dimostrato oggi in Senato di non voler affrontare con spirito unitario la criticità del ritorno al lavoro delle donne nella Fase...

Carceri, Iannone (FdI): «Aggressione agenti a Benevento conferma abbandono del Governo»

«Gli agenti della Polizia Penitenziaria sono abbandonati da questo governo e dal ministro Bonafede e continuano a subire aggressioni e violenze. L'ultima è la...

Ultime notizie

ilSud24

ilSud24.it si fonda su lettori come te
che leggono gratuitamente. Seguici sui social

Facebook

Twitter