Corruzione, ai domiciliari un dirigente d’azienda e un funzionario delle Dogane

L’azienda di San Gennaro Vesuviano (Napoli) si occupa del recupero e dello smaltimento di materiale plastico

Ha corrotto un funzionario dell’Agenzia delle Dogane di Napoli, distaccato a Benevento, per fare in modo che si occupasse delle pratiche di rimborso delle accise presentate dall’azienda per la quale lavora: è l’accusa che la Procura di Napoli (pm Henry John Woodcock) contesta a un uomo di 49 anni, dirigente di fatto di un’azienda di San Gennaro Vesuviano (Napoli) che si occupa del recupero e dello smaltimento di materiale plastico.

Pubblicità

Nei suoi confronti il gip di Napoli ha emesso un provvedimento cautelare (arresti domiciliari) notificato oggi dai carabinieri del Nucleo Investigativo di Castello di Cisterna.

Una analoga misura cautelare è stata emessa anche nei confronti del funzionario dell’Agenzia delle Dogane. Le richieste di rimborso di cui il dipendente pubblico si doveva occupare riguardano il carburante destinato alla produzione di energia elettrica utilizzata a soddisfare il fabbisogno dell’opificio per il quale il 49enne lavora.
Setaro

Altri servizi

Traffico di droga e spaccio nel carcere: 8 persone arrestate nel Salernitano

In manette intera famiglia Spaccio di droga in provincia di Salerno e anche all’interno del carcere di Fuorni: 8 arresti, sgominata piazza di spaccio a...

Anziana drogata, in carcere lo zio di Luigi Caiafa

Fermo convalidato per il 50enne. Richiesta d’arresto anche per i casi degli intossicati con il latte di mandorla alterato Il gip ha deciso per il...