Federproprietà Napoli

Incidente mortale sulla 162, Iovino (M5S): «Riaccendere riflettori sulla sicurezza dell’arteria»

Pubblicità

Il deputato: «Vicino alla famiglia del 20enne di Saviano che ha perso la vita nello schianto»

«La morte di un ragazzo di appena 20 anni e il ferimento di suoi tre coetanei a epilogo di un incidente sulla Statale 162, deve farci riflettere sul livello di sicurezza di un’arteria sulla da anni continuiamo a contare troppe vittime».

Pubblicità Federproprietà Napoli

Lo dichiara il deputato del Movimento 5 Stelle Luigi Iovino, all’indomani dell’incidente stradale verificatosi sulla Statale 162, all’altezza di Pomigliano d’Arco, che ha fatto registrare il bilancio di un morto e tre feriti.

«È evidente – continua – che le opere realizzate per la ripavimentazione di tratti della Statale non bastano ancora a porre un freno a quella che negli anni scorsi si è tramutata in un’autentica mattanza. In attesa che siano ricostruite le cause del drammatico schianto, sto valutando iniziative istituzionali per riaccendere i riflettori sulla pericolosità di un’arteria percorsa ogni giorno da migliaia di automobilisti».

«Alla famiglia di Pasquale Somma, il giovane che ha perso la vita nell’incidente dell’altra notte, originario di Saviano e talentuoso giocatore del Cimitile Calcio, vanno le mie condoglianze e la mia vicinanza».

Potrebbe interessarti anche:
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pastificio Setaro

Altri servizi

de Bertoldi (FdI): «Moneta fiscale strumento utile allo sviluppo senza aumento debito pubblico»

«Nell’ambito dei veri Stati generali dell’economia, quelli promossi ormai da mesi da Fratelli d’Italia attraverso il dialogo continuo con il mondo delle professioni e...

Penitenziaria, personale carente e il Governo non stanzia fondi. Capece (Sappe): «Situazione gravissima»

Ennesima batosta per il corpo di polizia penitenziaria che lamenta ormai da anni la carenza del personale e tante altre criticità. Il cosiddetto decreto...

Ultime notizie

ilSud24

ilSud24.it si fonda su lettori come te
che leggono gratuitamente. Seguici sui social

Facebook

Twitter