Federproprietà Napoli

Napoli, latitante dei Mazzarella arrestato a Barcellona

Pubblicità

L’uomo è ritenuto elemento di spicco del clan ed è irreperibile dal luglio del 2020

I carabinieri del comando provinciale di Napoli hanno arrestato Gennaro Esposito, 34enne napoletano, ritenuto elemento di spicco del clan Mazzarella. L’uomo, irreperibile dal luglio del 2020 e destinatario di due provvedimenti emessi dall’autorità giudiziaria partenopea, è ritenuto gravemente responsabile del reato di estorsione aggravata dalle finalità mafiose e associazione a delinquere di stampo mafioso.

Pubblicità Federproprietà Napoli

Questa notte a Barcellona – città dove il latitante si rifugiava – il F. A. S. Team Spagnolo, attivato dal Servizio di Cooperazione Internazionale di Polizia italiano su precise indicazioni dei carabinieri del nucleo investigativo di Napoli, ha catturato Esposito (detto «Genni cape e bomb») che era insieme alla compagna.

La donna, partita da Napoli, lo aveva appena raggiunto. La localizzazione da parte dei carabinieri del nucleo investigativo del comando provinciale di Napoli, si inquadra nell’ambito di un’articolata indagine partita dal novembre scorso e coordinata dai magistrati della Procura della Repubblica di Napoli – Direzione Distrettuale Antimafia. Il 34enne è ora in carcere in attesa del provvedimento di estradizione.

Potrebbe interessarti anche:
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pastificio Setaro

Altri servizi

Condono, Caldoro: «Necessario dare risposte a chi ha più bisogno»

«Il Governo ha deciso di stralciare dal prossimo decreto il provvedimento sull’edilizia. È un grave errore. Bisogna intervenire per dare risposte a chi ha...

Oggi il M5S vota su Rousseau per il governo Draghi. Grillo incassa il Ministero della Transizione Ecologica per convincere i grillini

Aggrappati a Rousseau. Passa infatti dalla piattaforma del M5S e dal relativo voto il futuro, o sarebbe meglio dire la nascita, del governo Draghi....

Ultime notizie

ilSud24

ilSud24.it si fonda su lettori come te
che leggono gratuitamente. Seguici sui social

Facebook

Twitter