Palermo, sequestrati beni per 150 milioni a imprenditore. Sotto chiave 13 supermercati

Il Tribunale di Palermo – sezione Misure di Prevenzione -, su richiesta della Direzione distrettuale antimafia (Dda) del capoluogo, ha sequestrato il patrimonio di 150 milioni di euro dell’imprenditore Carmelo Lucchese, 53 anni, che opera nel settore della grande distribuzione alimentare.

Pubblicità

Nell’operazione sono stati impegnati oltre 100 militari del Nucleo di polizia economico-finanziaria della Guardia di Finanza di Palermo che hanno messo i sigilli ad aziende, quote societarie, immobili, conti correnti, polizze assicurative e auto di Lucchese.

Oggetto del sequestro è in particolare la società Gamac Group s.r.l., con sede legale a Milano, che gestisce 13 supermercati tra Palermo e provincia (Bagheria, Carini, Bolognetta, San Cipirello e Termini Imerese) che è stata contestualmente affidata a un amministratore giudiziario nominato dal Tribunale di Palermo, con il compito di «garantire la continuità aziendale e mantenere i livelli occupazionali per tutelare i diritti dei lavoratori, dei fornitori e dei clienti».

Potrebbe interessarti anche:

Setaro

Altri servizi

L’Unione Taekwondo e Arti Marziali «apre» alla spada coreana

Fra Bergamo e Lonate Pozzolo stage internazionale di spada Coreana-Haedong Kumdo L’Unione Taekwondo e Arti Marziali, che ha a Torre Annunziata una delle sue società...

Torre Annunziata, Carmine Alfano: «Mi faccio da parte, poteri contrari al cambiamento»

Il professore: «Non posso che registrare una continua e persistente attività demolitoria» A due giorni dal ballottaggio arriva il colpo di scena. Questo pomeriggio il...