Federproprietà Napoli

Covid-19, la Regione Campania contesta il piano di distribuzione dei vaccini

Pubblicità

«Nel corso della riunione delle Regioni con i ministri Boccia e Speranza ed il commissario Arcuri, la Regione Campania oggi ha espresso netta contrarietà al piano di attribuzione dei vaccini per la prima fase, non commisurato a criteri oggettivi di fabbisogno». Lo afferma in una nota lo stesso ente di Palazzo Santa Lucia.

Pubblicità Federproprietà Napoli

«La Campania – si legge – ha proposto che in fase di prima ripartizione dei vaccini si tenesse conto della popolazione delle singole Regioni. Tale proposta non è stata accolta, e si sta procedendo con un Piano che prevede evidenti ed immotivati squilibri fra le quote destinate alle diverse Regioni».

La regione «ribadisce con forza il dissenso su questo modo di procedere ed insisterà nella richiesta di commisurare il piano di attribuzione dei vaccini a criteri oggettivi, che evitino qualsiasi disparità di trattamento e deprecabili competizioni territoriali».

I primi italiani saranno vaccinati contro il Covid già subito dopo Natale e prima dell’inizio del 2021 se l’Ema nella riunione in programma il 21 dicembre darà il via libera al farmaco della Pfizer. E’ questo, secondo quanto si apprende, l’ultimo timing emerso nel corso della riunione tra il governo e le Regioni che ha dato il via libera al piano dei vaccini e che domani sarà sottoposto formalmente alla Conferenza Stato-Regioni.

Pubblicità

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

Pubblicità
Pastificio Setaro

Altri servizi

Calcio, Napoli a Udine per archiviare lo Spezia. Crotone di scena a Verona. Cagliari: Nainggolan in campo

Dopo la pessima befana offerta ai propri tifosi mercoledì scorso contro lo Spezia, penultimo in classifica, oggi il Napoli va a Udine per farsi...

Indagata la madre della piccola Vittoria, annegata a soli 5 anni

Un atto dovuto per poter svolgere le indagini È indagata per abbandono di minore la mamma di Vittoria, la bambina di 5 anni annegata sabato...

Ultime notizie

ilSud24

ilSud24.it si fonda su lettori come te
che leggono gratuitamente. Seguici sui social

Facebook