Federproprietà Napoli

Palermo, finti morti per intascare i soldi delle polizze vita: sei arresti

Pubblicità

Scoperta una presunta organizzazione criminale accusata di essere dedita alle frodi assicurative sulla vita. Questa mattina sei persone sono state fermate dalla polizia di Palermo nell’ambito dell’operazione denominata Lazzaro, su disposizione della locale Procura. Sono accusati, a vario titolo, di associazione a delinquere, falso, riciclaggio e autoriciclaggio. Decine le persone iscritte nel registro degli indagati.

Pubblicità Federproprietà Napoli

Secondo le indagini, la ‘banda’ mirava ad ottenere la liquidazione del premio con la falsa e prematura morte del contraente della polizza. Attraverso le indagini si è evidenziato un modus operandi strutturato e ben collaudato in ogni sua fase: dal reclutamento dei contraenti e dei falsi morti alla gestione e suddivisione dei proventi illecitamente ottenuti dalle compagnie assicuratrici truffate.

Il sistema utilizzato per truffare le assicurazioni era sempre lo stesso: il soggetto prescelto come il falso morto contraeva una o più polizze assicurative sulla vita, corrispondeva pochissime rate mensili all’assicurazione e poi il beneficiario indicato in polizza produceva la documentazione attestante il falso decesso del contraente. Il beneficiario otteneva così l’intera somma prevista, che con prelievi di contante e/o accrediti su altri conti corrente, veniva riconsegnata agli ideatori delle truffe.

Accertate almeno 20 truffe per un giro d’affari di circa 2,7 milioni di euro. A questi si aggiungono, inoltre, i premi assicurativi in procinto di essere liquidati a seguito della dichiarazione di morte di alcuni sodali, per un totale ammontante a circa 5.000.000 di euro.

Pubblicità

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

Pubblicità
Pastificio Setaro

Altri servizi

Notte europea dei Musei al Seminario vescovile di Nola

Dalle 20 di sabato 3 apriranno le stanze dell’antiquarium e della biblioteca storica Anche la diocesi di Nola aderisce alla Notte Europea dei Musei, in...

Marò, Cirielli (FdI): «Decisione dell’Aja è una buona notizia. Magistratura italiana accerti responsabilità»

«La decisione del tribunale dell’Aja di riconoscere la giurisdizione dell’Italia sulla vicenda dei Marò è sicuramente una buona notizia. Noi di Fratelli d'Italia abbiamo...

Ultime notizie

ilSud24

ilSud24.it si fonda su lettori come te
che leggono gratuitamente. Seguici sui social

Facebook