Bari, mancanza di farmaci antitumorali all’Asl: Gemmato (FdI) interroga il ministro Speranza

«Dopo la denuncia di un cittadino barese circa la mancanza di farmaci antitumorali nella farmacia territoriale della ASL di Bari, ho interrogato il ministro Roberto Speranza per conoscere quali iniziative – accertato l’episodio – intenda adottare per garantire il servizio di assistenza farmaceutica nell’ambito dei LEA, ovvero la puntuale erogazione dei medicinali attraverso tutte le strutture sanitarie pubbliche, scongiurando eventuali e future disfunzioni e conseguenti gravi problemi ai pazienti». Lo ha annunciato l’onorevole Marcello Gemmato, segretario commissione Sanità alla Camera dei deputati e responsabile nazionale Dipartimento Sanità Fratelli d’Italia.

Pubblicità

«Il cittadino, come riporta la stampa, avrebbe detto di essersi recato  -in data 29 settembre 2020 e così come previsto da prenotazione rilasciata dalla struttura sanitaria – nella farmacia della ASL di Bari per il ritiro del farmaco antitumorale Tagrisso 80mg, urgentemente necessario ad una congiunta per le relative cure» spiega Gemmato.

«Al suo arrivo – continua – avrebbe trovato la struttura sanitaria ‘chiusa per inventario’ dal 29 settembre al 1 ottobre 2020 e senza aver mai ricevuto alcun preavviso; tornato poi il 2 ottobre, dopo aver sostenuto una fila di 4 ore, il farmacista gli avrebbe riferito che il farmaco non era ancora disponibile».

Pubblicità Federproprietà Napoli

«È evidente quindi, ancora una volta, che il meccanismo della ‘distribuzione diretta’ per tramite delle strutture sanitarie pubbliche comporta svantaggi per i cittadini sotto il profilo sia sanitario sia sociale» conclude Gemmato.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

Setaro

Altri servizi

Commercialista arrestato per peculato: si sarebbe appropriato di oltre 250 mila euro

Nell'ambito di procedure fallimentari Attraverso bonifici bancari si sarebbe appropriato di oltre 250 mila euro, il commercialista della provincia di Napoli, indagato per il reato...

Diana morta di stenti, Alessia Pifferi comincia uno sciopero della fame

L'avvocato: «Non fa altro che piangere» A 8 giorni dalla sentenza di condanna all’ergastolo, Alessia Pifferi ha deciso di fare lo sciopero della fame. «Sta...