Federproprietà Napoli

Scuola, Ascione (Ali Campania): «Rinviare l’inizio dell’anno scolastico al 28 settembre»

Dopo l’Anci Campania anche Ali, Lega delle Autonomie Locali Campania, chiede il rinvio dell’inizio dell’anno scolastico previsto per il 14 settembre prossimo. A chiedere lo spostamento è il presidente Vincenzo Ascione. «Durante il mese di agosto – afferma  Ascione – Governo, Regioni e Comuni hanno lavorato per far sì che il ritorno tra i banchi degli studenti avvenga in sicurezza».

Alla base della richiesta l’attuale situazione dell’emergenza Coronavirus in Italia. «Come ribadito anche dal Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, non è possibile riaprire le scuole nelle attuali condizioni». Sotto accusa di Ali anche l’operato del Governo:  «La questione relativa alle misure di distanziamento sociale, alla sanificazione di locali ed attrezzature e alla mancanza di banchi monoposto (i cui tempi di consegna non sono affatto brevi), senza contare l’incertezza legata alle linee guida da adottare e che presumibilmente varieranno con l’evolversi della situazione epidemiologica».

«A tutto questo – prosegue il presidente – si aggiunge che il 20 e 21 settembre si voterà per il referendum costituzionale, le elezioni regionali e, in alcuni Comuni della Campania, anche per le amministrative. Elezioni che come di consueto si svolgeranno all’interno di alcuni dei plessi scolastici dei vari territori. Ciò comporterebbe anche l’impiego di risorse economiche dovuto ad un ulteriore intervento di sanificazione degli edifici scolastici, fattore che andrebbe a gravare sui bilanci comunali già pesantemente in deficit».

Per questi motivi, secondo Ascione «non è assolutamente realistico immaginare di poter riprendere l’attività scolastica tra poco più di due settimane. Come Ali – Lega delle Autonomie Locali Campania, proponiamo che l’inizio delle lezioni avvenga non prima del 28 settembre, almeno sette giorni dopo la conclusione delle consultazioni elettorali. In questo modo – conclude il presidente – amministratori comunali, dirigenti scolastici e personale docente e non, avranno margine per poter operare nei migliori interessi degli studenti».

Pubblicità

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

Pubblicità

Altri servizi

Fisco. de Bertoldi (FdI): «Fattura elettronica, un fallimento completo. A rischio la privacy»

«Il flop della fattura elettroniche giorno dopo giorno diventa sempre più evidente. Non bastava il minore gettito di entrate rispetto a quanto preventivato dal...

Whirlpool Napoli, sciopero nazionale il 17 luglio. I sindacati: «Il Governo non avalli le scelte dell’azienda»

Vertenza Whirlpool Napoli, continua la protesta di sindacati e lavoratori contro il piano di dismissione dell'azienda e contro la gestione della vertenza da parte...

Gli articoli più letti

Paolo Anania De Luca: «Il patriota-scienziato che onorò l’Irpinia» e il Sud

Una leggera brezza rendeva la nostra mattinata di lavoro meno pesante del solito. Le temperature estive infatti, sono sempre le più ardue da sopportare...

Coronavirus, atterrato a Fiumicino il volo dalla Cina con medici e forniture sanitarie

E' atterrato ieri, in tarda serata, il volo dalla Cina che ha portato in Italia medici, aiuti e forniture mediche contro il Coronavirus. «Quasi...

Camera e Senato online per evitare il Coronavirus? No, il Parlamento non è il televoto

E’ emergenza lavori parlamentari Lo abbiamo scritto proprio su questo giornale, al di là dell’emergenza sanitaria da Coronavirus e di quella economica, a cui il...

ilSud24

Il nostro sito si fonda su lettori come te che leggono gratuitamente.
Sostienici con un like su Facebook