Federproprietà Napoli

Scuola, Caldoro: «Un piano per ripartire in sicurezza. Caos da De Luca e Azzolina»

«Da marzo sapevamo che occorreva pianificare ed organizzarsi per la riapertura in sicurezza delle scuole eppure arriviamo a settembre tra mille dubbi». Lo dice Stefano Caldoro, candidato presidente per il centrodestra in Campania.

Vincenzo De Luca«Le scuole chiuse – dice – sono un danno per i nostri bambini e i nostri ragazzi, per la loro formazione, per la loro serenità e per le famiglie. Scuole chiuse significa avere un Paese fermo, senza speranza, senza futuro. Sui nostri ragazzi si consuma l’ennesimo disastro di una politica Pd e Cinque Stelle che non sceglie e non si assume responsabilità ma scarica sui cittadini i problemi. Azzolina e De Luca, una a Roma, l’altro nel bunker di Salerno, sono i protagonisti del disastro. L’unica cosa che hanno saputo mettere in campo è stato l’allarmismo. Ma dove sono le soluzioni e le proposte?».

Scuola, le proposte del candidato del Centrodestra

«Governo e Regione – rilancia – hanno abbandonato i sindaci, i sindacati, gli insegnanti, il personale amministrativo, i dirigenti scolastici e soprattutto le famiglie. Bisogna ad horas costruire un piano di intervento immediato. Per ripartire con la scuola in sicurezza. Bisogna offrire alle famiglie un’offerta scolastica legata alle diverse esigenze. Dobbiamo requisire tutti gli spazi. Anche ampliando il numero dei plessi». «Occorre potenziare il personale ed avviare una collaborazione più intensa con la rete delle scuole parificate. Ma anche potenziare con i fondi europei le infrastrutture tecnologiche per consentire parità di accesso alla rete e alle informazioni, a tutti i cittadini, e alle fasce più deboli» conclude.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

Pubblicità

Altri servizi

Covid-19, a Portici 57 positivi in una casa di riposo per anziani

A Portici (Napoli) 41 ospiti di una casa di riposo per anziani a gestione privata, 'Pio XII', e 16 dipendenti sono risultati positivi al...

Ercolano, la scoperta: neuroni umani nel cervello vetrificato di una vittima dell’eruzione del 79 d.C.

Neuroni nel cervello vetrificato di una vittima dell'eruzione del 79 d.C. che seppellì Ercolano, Pompei e l'intera area vesuviana fino a 20 chilometri di...

Gli articoli più letti

Paolo Anania De Luca: «Il patriota-scienziato che onorò l’Irpinia» e il Sud

Una leggera brezza rendeva la nostra mattinata di lavoro meno pesante del solito. Le temperature estive infatti, sono sempre le più ardue da sopportare...

Coronavirus, atterrato a Fiumicino il volo dalla Cina con medici e forniture sanitarie

E' atterrato ieri, in tarda serata, il volo dalla Cina che ha portato in Italia medici, aiuti e forniture mediche contro il Coronavirus. «Quasi...

Camera e Senato online per evitare il Coronavirus? No, il Parlamento non è il televoto

E’ emergenza lavori parlamentari Lo abbiamo scritto proprio su questo giornale, al di là dell’emergenza sanitaria da Coronavirus e di quella economica, a cui il...

ilSud24

Il nostro sito si fonda su lettori come te che leggono gratuitamente.
Sostienici con un like su Facebook