Federproprietà Napoli

Inchiesta Covid, Iannone: «Poteva mancare Limone su frittura pesce? Indagine su Istituto Portici conferma inadeguatezza gestione De Luca»

Pubblicità

Antonio Iannone
Antonio Iannone

Pubblicità Federproprietà Napoli

«Poteva mancare il Limone sulla frittura di pesce? Alla discutibile gestione dell’emergenza Covid da parte del governatore De Luca si aggiunge adesso un altro tassello, e di non poco conto visto che è stato perquisito l’istituto zooprofilattico (Izsm) di Portici, che figura tra le strutture a cui la Regione Campania aveva delegato l’esecuzione dei tamponi per la rilevazione del coronavirus». Lo dichiara il senatore di Fratelli d’Italia, Antonio Iannone, Commissario regionale di FdI in Campania. 

«E il direttore della struttura Antonio Limone, appunto, è stato indagato. Peraltro, l’Istituto era stato già al centro di un’inchiesta giornalistica riguardo i legami con un centro privato di Casalnuovo la ‘Ames’, che senza autorizzazione, né bandi, né ‘validazioni’ scientifiche da parte del Ministero o dei centri di riferimento, era stato artefice del boom dei test. Una vicenda su cui avevo presentato al ministro Speranza un’interrogazione senza però avere alcuna risposta» spiega Iannone.

«Ora l’indagine della magistratura, che mi auguro possa fare finalmente chiarezza sulla gestione a dir poco opaca da parte della Regione Campania dell’emergenza Covid. E chissà che stavolta la frittura di pesce con tanto di Limone non rimanga sullo stomaco dello stesso De Luca» conclude il senatore.

Pubblicità

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

Leggi anche:  De Luca: «Calo dei vaccini colpa di reddito di cittadinanza e lavoro nero». Che fantasia!
Pubblicità
Pastificio Setaro

Altri servizi

dl Rilancio, Rauti (FdI): «Un decreto ombnibus in ritardo di tre mesi. Nessun rilancio per l’Italia»

«Fratelli d'Italia aveva auspicato un decreto snello, immediato, efficace che contenesse solo misure mirate al rilancio economico dell'Italia, con zero burocrazia. Invece è arrivato...

Venezuela, Delmastro (FdI): «Dal governo italiano nessun sostegno al popolo contro il regime comunista»

«Nel suo report annuale per il 2019, l’Istituto CASLA ha documentato tra gli altri, ben 120 casi di tortura, 45 omicidi avvenuti nel corso...

Ultime notizie

ilSud24

ilSud24.it si fonda su lettori come te
che leggono gratuitamente. Seguici sui social

Twitter

Facebook